Radio Città Fujiko»LastMinute

Lastminute martedì 19 febbraio

Lastminute, la rubrica quotidiana di Radio Città Fujiko dedicata agli appuntamenti musicali, culturali e cinematografici della città


di redazione musicale
last minute definitivo.JPG

In onda da lunedì a venerdì dalle 18.40 e il sabato alle 12.50 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna. 

Gli appuntamenti previsti per martedì 19 febbraio


Musica

Cantina Bentivoglio (Via Mascarella 4/B) - Alle ore 20.00 live di TODAY'S JAZZ 9 PREMUDA GRILLINI DALLA TRIO LUCI SUL LAGO, con Guido Premuta (chitarra), Gilberto Grillini (contrabbasso), Alessandro Balla (batteria). 

Bardamù (via Roma 12/a Calderara di Reno) - ore 21.30 CODICE ROSSO ACOUSTIC SHOW. Duo acustico cantante e chitarrista che ripropone classici ’60-’70-’80 della musica internazionale, prevalentemente blues-rock oriented ma non solo, arrangiati elegantemente in chiave acustica.

Bravo Caffè (Via Mascarella 1) - Alle 21.30 dal vivo FEDERICO AICARDI & FRIENDS.


Eventi

Libreria Coop Zanichelli (Piazza Galvani 1/H)- Ore 18.00 presentazione del libro ALCHIMIE NELL’ARTE. LA CHIMICA E L’EVOLUZIONE DELLA PITTURA di Adriano Zecchina. Il modo in cui gli artisti riescono a esprimere la propria creatività è influenzato dal progresso della tecnologia. Questo libro racconta l’evoluzione della pittura, dal Paleolitico all’arte contemporanea, attraverso la storia dei pigmenti che i pittori hanno avuto a disposizione nelle diverse epoche. Dai dipinti delle grotte di Lascaux al giallo dei girasoli di Van Gogh, creato dalla chimica dell’800, ai colori moderni. E’ una storia che coinvolge l’origine geografica delle sostanze oloranti, il loro valore commerciale e di status symbol, le peculiarità della loro struttura chimica. 

Lab 16 (Via Zamboni 16/d)- MESSAGE NIGHT l'aperitivo con ricco buffet e poi...dire, fare, baciare!! La serata di Cupido, per inviare i messaggi alle persone che...vi stuzzicano.

laFeltrinelli International (Via Zamboni 7/b) - ore 18.00, Gruppo di lettura con Paolo Pandolfi (Amici di Sofia), sul tema Le fasi della vita: la fanciullezza. Quest'anno, attraverso la lettura di romanzi e di saggi, ci sarà il confronto sul grande tema delle fasi della vita. Il viaggio comincia dalla fanciullezza.  

Biblioteca dell'Archiginnasio (Piazza Galvani, 1) - ore 17,30, Sala dello Stabat Mater, Un dialogo intorno alla semiotica italiana, presentazione  della  collana “Temi semiotici”, diretta da Patrizia Violi e Anna Maria Lorusso. Un dialogo a più voci che vuole essere un laboratorio aperto di discussione sui  principali  temi  della  semiotica  italiana.  Con Umberto Eco, Franco Farinelli e Luca Alessandrini. (Per maggiori info cliccare qui)


Teatro 

Teatri di Vita (Via Emilia Ponente 485)-  Alle 21.00 in scena SUSN, di Herbert Achternbusch, regia Thomas Ostermeier, con Brigitte Hobmeier, Edmund Telgenkämper, drammaturgia Julia Lochte. Achternbusch racconta in quest’opera la vita di Susn, nella foresta bavarese: una donna costretta tra le sue aspirazioni e un mondo a cui si ribella. Nel primo atto la sentiamo raccontarsi a 17 anni: fa un primo bilancio della propria vita e difende appassionatamente la sua determinazione a staccarsi dalla Chiesa. Dieci anni dopo ritroviamo Susn nel suo appartamento da studentessa, quando piena di speranza si è mossa dalla campagna alla città. Sola. In una notte di tempesta. Mentre dal suo linguaggio emerge una fantasmagoria erotica. Passano altri 10 anni, e Susn vive ora insieme a uno scrittore, per il quale il proprio procedimento di scrittura è un soliloquio che ignora tutti coloro che lo circondano. Nell’ultimo ato, Susn è seduta in chiesa, con una bottiglia di liquore in mano: “Beh sì, a volte non voglio vedere nessuno e non voglio sentire una parola da Dio, ma che altri potrebbe mai ascoltarmi, se non lui?”. (Per info e costi cliccare qui)

ITC Teatro di San Lazzaro (Via Rimembranze, 26)- Alle 21.00 va in scena Due note due, con il Duo iDeA (Daniele Mignatti e Adriano Battistoni). «Uno straordinario spettacolo comico-musicale, dove gli artisti portati alla ribalta da ZELIG, attraverso un mix di musica, ritmi, armonie, monologhi, battute, gag, virtuosismi e dosi di cultura musicale non comune, portano ad un coinvolgimento totale ed emozionale del pubblico». (Per info e costi cliccare qui)

Cinema

Cinema Lumière 

  • Sala Officinema/Mastroianni

-Ore 18.00: QUAI DES BRUMES, (Francia/1938) di Marcel Carné (91'). Jean, soldato disertore dell'esercito coloniale, arriva a Le Havre, intenzionato a imbarcarsi per l'estero. "La città è triste, sempre coperta da una spessa coltre di nebbia; il selciato della strada luccica, ma lo stato d'animo dei personaggi è cupo e malinconico. [...] Sono tutti schiacciati dal peso del proprio destino, non fanno che parlare di speranza, di evasione o di grandi viaggi, mentre in realtà sono condannati a rimanere nel loro mondo perduto, sordido e lontano dalla realtà (Serge Toubiana). "Gli schermi - racconta Marcel Carné - rigurgitavano di commedie musicali o no, brillanti, ricche di sole, di gioia e di comparse. Ed ecco che arrivavo io, con il locale notturno vuoto, la nebbia, il grigiore, le strade bagnate dalla pioggia e illuminate da fiochi lampioni!". (Per info sulle programmazioni cliccare qui)

Ore 20.00: RIGOLETTO, di Giuseppe Verdi. In near live dal Metropolitan di New York. Direttore: Michele Mariotti; Regia: Michael Mayer. Cast: Piotr Beczala, Diana Damrau, Stefan Kocàn, Zeljko Lucic, Oksana Volkova. Astro tra i giovani direttori italiani, Michele Mariotti è fresco del debutto al Met di New York, dove torna per affrontare Rigoletto, primo titolo, assieme a Il trovatore e La traviata, di quella 'trilogia popolare' che sancì la consacrazione di Verdi. Da Victor Hugo, uno dei finali più struggenti che il teatro musicale ricordi: il destino infelice di Gilda si compie tra le braccia di un padre che diviene il suo inconsapevole assassino. (Per info sulle programmazioni cliccare qui)


  • Sala Scorsese

ore 16.45/18.30/22.00:  PROMISED LAND (USA/2013) di Gas Van Sant (106'). Nell'anno del debutto da Oscar del sodale Ben Affleck con Argo, questa storia tutta americana di contadini in crisi allettati dai dollari di un colosso della trivellazione doveva essere la prima volta dietro la macchina da presa anche per Matt Damon. Ma qualcosa deve essere andato storto e il talentuoso attore e sceneggiatore ha deciso di chiamare in soccorso il vecchio amico Van Sant, ricostruendo la fortunata accoppiata di Will Hunting, Aspettando Forrester e Gerry. In America il film ha suscitato molte polemiche a causa della presunta demonizzazione del fracking idraulico, tecnica fortemente criticata da molti attivisti e al centro di grandi interessi negli States. Atmosfere alla Frank Capra e caratterizzazioni degni dei fratelli Coen in un film che tocca temi-chiave dell'economia globale, dalla sopravvivenza delle comunità di provincia di fronte all'arrembaggio delle multinazionali, alla salvaguardia dell'ambiente. Sceneggiato dallo stesso Damon e dal coprotagonista John Krasinski a partire da un'idea di Dave Eggers. (Per info sulle programmazioni cliccare qui)

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]