Radio Città Fujiko»LastMinute

Riccardo3 di Vetrano e Randisi ovvero le maledizioni della coscienza

In scena fino a domenica 28 ottobre all'Arena del Sole Riccardo3 un adattamento shakespeariano di Francesco Niccolini per tre interpreti sorprendenti: Enzo Vetrano, Stefano Randisi e Giovanni Moschella.


di Simona Sagone
Categorie: Teatro
Riccardo3

Se in tv non si vedono altro che serial killer ambientati in sperdute cittadine degli Stati Uniti che hanno un folto seguito di pubblico, non poteva mancare sui palcoscenici contemporanei una rivisitazione shakespeariana ambientata in un ospedale psichiatrico, forse, o in un manicomio criminale dei nostri giorni il cui protagonista fosse un Riccardo III tormentato da incubi e dalle larve delle sue vittime.

Riccardo3 adattato da Niccolini, già più volte collaboratore di Paolini per le sue narrazioni teatrali, è uno spettacolo ironico e divertente, pur nell'atrocità dei delitti perpetrati dall'assetato di potere Riccardo, è  anche veloce, dinamico e magistralmente interpretato dai tre protagonisti Vetrano, Randisi e Moschella.

Enzo Vetrano è Riccardo, un Riccardo inizialmente su una sedia a rotelle, ricoverato in un probabile ospedale. Viene svegliato da due infermieri (forse), e lì parte il famoso monologo dell'inverno del nostro scontento che assume il sapore di una memoria antica, di rievocazione di gesta lontane. Il personaggio, col passare del tempo scenico e incontro dopo incontro, reale o immaginario non è dato saperlo, con gli altri personaggi della storia, sembra cominciare a vivere in quel momento le famose vicende e a governare gli eventi, fino all'epilogo in cui risulta chiaramente malato, in preda a crisi, ad allucinazioni, tanto da necessitare di essere sedato, ridotto all'immobilità e ormai non più padrone di sé, del suo destino né capace di nuocere a nessun altro che a se stesso.

 Lo spettacolo propone il testo di Shakespeare, pur adattato, al contempo sembra raccontare il viaggio nella mente di un serial killer dei nostri giorni, quelli di cui seguiamo le gesta in TV cercando di entrare nella loro testa e scoprirne i meccanismi. Vetrano riesce a incantare il pubblico portandolo a ragionare come lo spietato sanguinario Riccardo e anche a falo ridere perchè il potere dà piacere, fa sentire onnipotenti e quindi capaci di mettere tutti gli altri in ridicolo.

Randisi passa da un personaggio all'altro alternandosi con Moschella e interpreta, tra gli altri, una straordinaria Lady Anna utilizzando unicamente una lunga veletta nera per connotarla insieme ad una voce delicata ma capace di sferrare le taglienti maledizioni contro il Riccardo che la corteggia in quegli abiti luttuosi.

Giovanni Moschella risulta ben affiatato con la rodatissima coppia Vetrano- Randisi e si impone con la propria presenza scenica interpretando altrettanto convincentemente la incontenibile Margherita (in camicia di forza), come la compassata Elisabetta in collo di pelliccia, il fedele Hasting e un divertentissimo principino che si attendeva di tornare a casa ritrovandovi più zii in vita che morti.

Lo humor è davvero la chiave vincente della messa in scena di Riccardo3 sicuramente un humor nero, cupo e originato dalla consapevolezza delle nefandezze compiute e dalla irreparabilità del male commesso. Tanto vale riderci su, tanto vale giocare sull'orrore e raccontarlo su un palcoscenico, magari scandendo la narrazione con colpi di ghigliottina, lugubri rintocchi di campane e lampi.

Efficaci i suoni dello spettacolo del fonico Giacomo Polverino e la sobria scenografia ospedaliera con un tocco ironico dato dalla credenzina piena di teschi, di Mela Dell'Erba.

Auguro a questa nuova coproduzione di Emilia Romagna Teatro Fondazione  e Arca Azzurra Produzioni, in prima rappresentazione a Bologna, una felice tournée e lunga vita ai tiranni sulla scena se ci permettono di godere di uno spettacolo così convincente, intelligente e splendidamente condotto sulle tavole del palcoscenico da tre signori attori.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]