Radio Città Fujiko»Notizie

Las Madres de Plaza de Mayo a Bologna

Oggi l'incontro con l'associazione argentina presso La Biblioteca delle Donne.


di redazione
Categorie: Movimento, Donne
610x.jpg

Tornano nella nostra città le madri argentine: questo pomeriggio la conferenza con Hebe De Bonafini presso la Biblioteca delle Donne in via del Piombo. La loro storia continua dopo 36 anni di impegno politico.

Qualche anno fa erano arrivate nella nostra città per ritirare la laura honoris causa in Pedagogia donategli dall'Alma Mater. Nei loro spostamenti spesso Las Madres sono passate per il nostro Paese, anche a causa degli scandali sulla vendita dei figli dei desaparecidos a generali dell'esercito italiano negli anni della dittatura. Così la lotta delle madri si era estesa alle nonne ed era stata fondata l'associazione delle Abuelas de Plaza de Mayo, che insieme scendevano in piazza tutti i giovedì per chiedere giustizia.

Negli anni la lotta di queste donne si è ampliata fino a diventare simbolo e punto di riferimento per molte associazioni in tutto il mondo, anche per la forza del loro messaggio: l'impegno politico, per quanto possa sembrare ininfluente, è il primo passo per cambiare la società.

Da Plaza de Mayo diversi sono stati i personaggi politici e non che hanno appoggiato la causa di queste donne, che è andata più in là della richiesta del riconoscimento dei crimini di guerra e dei genocidi avvenuti in Argentina tra il 1974 e il 1983.

Nei loro viaggi e nel loro costante impegno politico c'è sempre stata la voglia di essere solidali nei confronti di chi è subalterno, di chi soffre. Ma tutto ciò è sempre stato caratterizzato anche dalla necessità di spronare all'impegno politico. "La politica non è per fare soldi o avere un lavoro. E' il modo per cambiare il mondo, trasformarlo, ingrandirlo. E' un modo di amare. Di sentire la vita. Chi non lotta non vive, dura soltanto" afferma Hebe De Bonafini, fondatrice dell'associazione, ospite ai nostri microfoni questa mattina.

Oggi pomeriggio alla "charla" presso la Biblioteca Italiana delle Donne, organizzata dalla Libreria delle Donne in collaborazione con Renato De Nicola e l'associazione Kabawil di Pescara, sarà l'occasione per incontrarle e riflettere con loro dell'importanza dell'impegno politico, della lotta, in un momento di instabilità politica e di crisi come quello che stiamo vivendo. "Per trasformare il mondo, il posto in cui viviamo, prima di tutto dobbiamo cambiare noi stessi - conclude Hebe De Bonafini -  Smettere di essere individualisti, egoisti e consumisti. Quando qualcuno cambia se stesso anche ciò che è intorno  comincia a cambiare. Responsabilizziamoci, lavoriamo e lottiamo nel luogo in cui ci troviamo. Non importa dove siamo e quando il nostro posto sia piccolo. Non esistono piccole lotte, tutte le lotte cominciano essendo piccole. Questa è la cosa più importante per cambiare questo mondo tanto egoista".


Ascolta l'intervista a Hebe De Bonafini, fondatrice dell'associazione Madres de Plaza de Mayo

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]