””/

Nella nona stagione dalla riapertura, il Teatro Duse presenta un cartellone che alterna prosa, danza, concerti e racconti, con un focus femminile. L’apertura il 4 ottobre con “Le nozze di Figaro”. Continuano le collaborazioni con Orchestra Senzaspine, Fantateatro e Bologna Jazz Festival. Gianni Morandi è lo special guest della stagione.

“Dopo quasi mezzo secolo di gestione pubblica, non è venuta meno, con la gestione privata che ne ha rilevato l’attività nel 2011, l’importante funzione pubblica di questo teatro”. Con queste parole il direttore artistico e presidente del Teatro Duse, Walter Mramor, sintetizza la linea tenuta per la stagione 2019/2020 insieme ai colleghi Livia Amabilino, Berto Gavioli e Stefano Degli Esposti. Una stagione che è la numero nove dalla riapertura del teatro, che “non ricerca il clamore, ma accompagna giorno per giorno la vita della sua comunità”.

Sono più di sessanta gli spettacoli in cartellone (con oltre 120 repliche), che incarnano la dimensione “multidisciplinare” della stagione. Oltre alla prosa, infatti, lo spazio di via Cartoleria darà spazio anche alla danza, ai racconti e ai concerti. Questi ultimi, in particolare, vantano la collaborazione di tre realtà importanti: l’Orchestra Senzaspine, il Bologna Jazz Festival e la Bernstein School of Musical Theatre. Più, sempre a proposito di musica, lo special guest della stagione: Gianni Morandi.

Da Luigi Lo Cascio a Sergio Rubini, Moni Ovadia a Filippo Timi, da Corradio Augias a Giorgio Pasotti, da Natalino Balasso ad Alessandro Baricco, da Milena Vukotic a Michela Murgia: sarebbe molto lungo elencare tutti i grandi nomi del teatro che calcheranno il palcoscenico del Duse.
Anche la danza porta a Bologna nomi importanti, come il Russian Classical Ballet, il Balletto di Roma, la Tango Rouge Company, il Circus-Theatre Elysimu o la RBR Dance Company.

Cinque i titoli in cartellone per la sezione dei racconti, incentrati su “Storie di donne”. Oltre alla citata Vukotic (insieme a Maximilian Nisi), arrivano Chiara Francini (con Alessandro Federico), Mila Boeri, Annagaia Marchioro, Chiara Stoppa, Virginia Zini e Silvia Gallerano. Sempre donna, ma musicista, è Dianne Reeves, che arriverà a Bologna il 31 ottobre grazie al Bologna Jazz Festival.

Per info e programma: www.teatroduse.it

ASCOLTA L’INTERVISTA A WALTER MRAMOR: