Radio Città Fujiko»Notizie

La nuova sede e il circuito virtuoso di Piazza Grande

L'associazione e cooperativa dei senza dimora si trasferisce in via Stalingrado.


di Alessandro Canella
Categorie: Società, Casa
20151210_113836.jpg

Una nuova sede in via Stalingrado che concentra in un solo luogo tutte le attività e diventa il fulcro di un sistema di riuso che dà lavoro a persone in difficoltà. Piazza Grande si trasferisce in via Stalingrado e a Natale festeggia. (GUARDA LE FOTO) Intanto l'Istat rivela che in Italia sono in aumento i senzatetto, mentre per il Piano Freddo del Comune di Bologna i posti sono già esauriti.

L'inaugurazione ufficiale avverrà a primavera, ma sotto Natale ci saranno 10 giorni di apertura straordinaria con quattro eventi rivolti a tutti. Piazza Grande presenta la nuova sede, 2500 metri quadrati in cui vengono accorpate tutte le attività della cooperativa e dell'associazione che si occupa di senza fissa dimora.
Più che una semplice sede, il nuovo spazio di via Stalingrado, preso in affitto da un privato, vuole essere l'epicentro di un circolo virtuoso del riuso, che negli ultimi anni ha creato anche posti di lavoro per persone svantaggiate.

Attraverso il progetto "Cambia il finale" di Hera, infatti, Piazza Grande recupera mobili ancora in buono stato che destina all'arredamento degli appartamenti del proprio progetto "Housing first" ed ha allestito un vero e proprio mercato dell'usato che serve a finanziare le proprie attività.
Non solo: l'ulteriore elemento virtuoso riguarda la riduzione dei rifiuti, il 30% dei quali potrebbe essere riutilizzata, come spiega il presidente Alessandro Tortelli.

LA NUOVA SEDE. Oltre agli uffici e alla redazione del quotidiano di strada, gli spazi vengono dedicati anche al progetto di accoglienza diffusa per i richiedenti asilo, attraverso percorsi di autonomia, corsi di italiano per stranieri e per italiani analfabeti, e agli altri servizi rivolti alle persone. Il progetto di riqualificazione dello stabile è stato seguito da Ciclostile Architettura, gruppo di architetti che cura anche il Mercato Suonato di San Donato.

Una sorta di polo dedicato agli indigenti dunque, nel quale ora lavorano più di 80 persone. "Uno spazio che ha molte più possibilità della sede precedente - racconta Tortelli - progetto che si è rivelato sbagliato".
Proprio in questi giorni, sulla precedente collocazione in via Libia infuriano le polemiche del centrodestra. Forse è anche per questo che Piazza Grande, per evitare il pasticcio nato in seno all'Amministrazione di Provincia e Comune, ha deciso ora di contare sulle proprie forze, nonostante l'affitto dello spazio non sia dei più economici.

IL PROGETTO "HOUSING FIRST". L'attività principale di Piazza Grande, negli ultimi anni, si è concentrata sul reinserimento abitativo di persone senza dimora. Sono 85 gli appartamenti affittati fino ad oggi, con la garanzia e il pagamento di affitto ed utenze da parte dell'associazione. Sono più di 260 le persone strappate alla strada con questo progetto, il primo del genere in Italia.
"Quando abbiamo iniziato ad affittare i primi appartamenti ci siamo resi conto che arredarli era un problema - spiega il presidente - Quindi è nata la collaborazione con Hera". Di qui l'idea di mettere in piedi una vera e propria attività di recupero e riuso, che è cresciuto in fretta e oggi vede impegnati 3 furgoni e dà lavoro ad alcune persone.

357mila euro è il costo annuo di affitti ed utenze per gli appartamenti, di cui 150mila messi dalla stessa Piazza Grande e il resto dalle Istituzioni, a cui un progetto del genere porta comunque risorse. "Un posto in un dormitorio - raccontano - costa almeno 700 euro al mese. Con quei soldi si affitta un appartamento in cui possono andare più di una persona".
I mobili recuperati, però, non finiscono solo negli appartamenti. Quelli in eccedenza vengono venduti a prezzi modici a persone con poca disponibilità economica e le rarità o i pezzi più pregiati vengono acquistati da chi è più benestante, portando risorse alle attività di Piazza Grande.
Il circuito virtuoso si compone anche di altre attività, come il restauro degli stessi mobili, un laboratorio di cucito e il negozio "La Leonarda", in centro città, che vende abiti usati.

LE INIZIATIVE NATALIZIE. Il "Mercato di Natale di Piazza Grande" sarà aperto dal 12 al 22 dicembre, tutti i giorni dalle 9 alle 19, per acquistare i regali di Natale: dai libri "Nel cartone" ai prodotti Happy Made dell'Happy Center, fino ai biglietti della Riffa di Piazza Grande. In programma anche un serie di eventi: il 12 dicembre alle 16.30 uno spettacolo interattivo per bambini (a cinque euro), il 16 dicembre alle 21 concerto per piano e voce di Giacomo Toni (cinque euro), il 17 dicembre alle 17 laboratori per bambini e alle 19 cena sociale di autofinanziamento (15 euro), il 19 dicembre alle 17 spettacolo con Arte Migrante, aperitivo(cinque euro) ed estrazione dei biglietti della Riffa. Tutto il ricavato andrà a sostenere le attività di Piazza Grande.

I DATI ISTAT. Secondo un'indagine Istat diffusa oggi, intanto, si scopre che sono in aumento i senzatetto in Italia. Sono oltre 50.700 le persone senza fissa dimora nel nostro Paese, in aumento rispetto alle 47.648 stimate nel 2011. La stima è stata svolta sulla base di coloro che nei mesi di novembre e dicembre 2014 hanno utilizzato almeno un servizio di mensa o accoglienza notturna nei 158 comuni italiani in cui è stata condotta l’indagine.

IL PIANO FREDDO. Ieri, intanto, è arrivata la notizia che i posti messi a disposizione dal Piano Freddo del Comune di Bologna sono già esauriti.
"È una delle conseguenze delle nuove povertà - commenta Tortelli - Il problema è che, per fenomeni di questo tipo, se si aumenta all'infinto l'offerta, aumenta all'infinito la domanda. L'Housing First conta di approcciare in modo diverso questo problema".


Ascolta l'intervista ad Alessandro Tortelli
20151210_121557.jpg 20151210_113951.jpg
20151210_113921.jpg 20151210_113803.jpg 20151210_113722.jpg 20151210_113555.jpg
20151210_113545.jpg 20151210_113149.jpg 20151210_113144.jpg

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]