Radio Città Fujiko»Notizie

La Memoria per il presente, Marzabotto ricorda la strage

Il 69° anniversario della strage di Marzabotto.


di Alessandro Canella
Categorie: Storia
montesole1.jpg

Alla presenza di Marina Sereni, vicepresidente della Camera, Marzabotto celebra il 69° anniversario della strage per lanciare un monito sul presente. Il 6 ottobre il giorno clou delle celebrazioni.

Marzabotto si appresta a ricordare il 69° anniversario dell’eccidio avvenuto il 29 settembre 1944. Non è solo l’occasione per commemorare le circa ottocento vittime, ma per collegare quell’evento alla storia presente e rinnovare così l’intensità del suo significato. La via della democrazia, imboccata alla fine del conflitto, si collega alla crisi istituzionale odierna e la guerra di allora, in specie la sua crudeltà, è un monito per gli attuali venti di guerra. Uno striscione sulla Porrettana dichiara apertamente la posizione della città: contro la guerra.

Marzabotto, città martire, riceve i messaggi di vicinanza del Presidente del Senato e della Camera, e celebra il 6 ottobre alla presenza della Vicepresidente alla Camera, Marina Sereni, oratore ufficiale per l’occasione. Gli eventi commemorativi, però sono già iniziati. Tutti all’insegna della testimonianza nelle sue varie declinazioni: musei, libri (“Io ho visto” di Pier Vittorio Buffa), convegni (approfondimento su Dossetti alla Scuola di Pace di Monte Sole) e anche testimonianze cinematografiche. Sabato 5 ottobre infatti, si potrà assistere a un dialogo tra un sedicenne e un sopravvissuto, e il sabato successivo, verrà proiettato il documentario “Ninni”, entrambi al Teatro Comunale della città.

Il legame tra passato e presente è il fulcro centrale della commemorazione. In tal senso la partecipazione delle scuole è fondamentale per perpetuare la memoria e per essere protagonisti attivi degli accadimenti storici, per quanto orribili. Oltre al “Laboratorio delle Meraviglie”, creato originariamente per ragazzi disabili e che ha dato vita al progetto “Gocce di memoria”, è in corso da anni un gemellaggio con i ragazzi della scuola di Starnberg. Quest’anno verrà anche il sindaco della città tedesca, Ferdinand Pfaffinger e presenzierà la commemorazione di domenica insieme alle autorità locali.

Lucia Occhipinti


Ascolta l'intervista alla presidente della Scuola di Pace di Monte Sole, Maddalena Degli Esposti

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]