Radio Città Fujiko»Musica

L'Orso ha messo la sveglia per la rivoluzione

L'intervista di Calipso a L'Orso


di redazione musicale
lorso.jpg

Oggi a Calipso, Mattia Barro de L'Orso, band che suonerà stasera al Covo Club di Viale Zagabria 1

Tornano L'Orso , gruppo cosmopolita italiano nato nel 2010, per presentarci il disco Ho messo la sveglia per la rivoluzione, in un tour con una scaletta rinnovata e riarrangiata. 

Il significato del nome della band è variabile, infatti dato che negli anni non avevamo una risposta al significato del nostro nome, abbiamo deciso di cambiare la motivazione del nostro nome per ogni tour. Questa volta ci chiamiamo L'Orso perchè io sono burbero.” ci rivela Mattia ai nostri microfoni.

Per quanto riguarda il titolo del nuovo disco, uscito per Garrincha Dischi il 3 febbraio 2015, "si riferisce a una rivoluzione personale, del proprio percorso di vita. Per noi la rivoluzione è appunto tornare a prestare attenzione alle piccole cose, dare loro importanza. I piccoli gesti sono quelli che possono cambiare la vita, contro la malignità che oggi si trova in rete: quando si sta bene si tende a tenerlo per sé, quando si sta male, invece, si tende a sfogarsi su internet. Noi abbiamo voluto mettere in rete un'immagine positiva

Pienamente inseriti nella generazione 2.0, L'Orso sfruttano la capacità del web di rendere qualsiasi cosa virale e dispensano sette consigli per essere felici, racchiusi in una canzone ed in un video. "Il tempo ci ripagherà " è il singolo estratto dal nuovo album. Quando uno ascolta una canzone o sta su internet non pensa ci siano cose semplici per cui essere felici, come può essere tagliare la barba, giocare a calcetto, ritrovarsi con degli amici. La nostra idea di felicità è al limite del ridicolo. Queste sembrano banalità, ma quando ci si riferisce alla felicità la banalità non dovrebbe esistere. Tutti danno sempre per scontate le piccole cose, questo video era per dimostrare che possono rendere le persone felici.”

Suona strano dopo aver pubblicato, nel 2014, il singolo "Ti augurerei il male/Quanto lontano abiti" (feat. Mecna).

Quindi un nuovo disco, tutto da ballare, e un nuovo tour. Sappiamo che i live sono molto importanti per il gruppo, infatti “Due anni fa abbiamo suonato nel Teatro Oscar di Milano attraverso Musicraiser. Avevamo 30 musicisti, tra cui un coro gospel, un quartetto d'archi, un quartetto di fiati. In Italia queste cose non si possono fare, per noi questa è stata una sfida. E abbiamo chiamato un'orchestra. Uno dei momenti più belli della nostra carriera.” Mattia aggiunge che per lui "far musica è coinvolgere altra gente, confrontarsi con altre realtà. Prima di questa data, io non avevo idea di come funzionasse un quartetto d'archi. Questa cosa ha allargato le nostre possibilità sonore. Non sono situazioni riproducibili in camera con la propria chitarra.

Chissà cosa ci aspetta, quindi, per il nuovo album già in fase di produzione e per il prossimo tour, ma soprattutto per il live di stasera al Covo Club , prima di loro COSTA!, anche questo un gruppo edito da Garrincha, di cui è uscito il nuovo Ep digitale Te e Frigo.

L'Orso sarà sul palco con una nuova formazione, un nuovo suono ed un nuovo tour. Questo è il nostro tour rock'n'roll. Saltiamo, balliamo, facciamo casino, sudiamo. Saremo sul palco in una classica formazione rock: due chitarre elettriche, basso, tastiera, batteria. Saremo fluo dalla testa ai piedi. Fosforescenti.”

Ilaria Ballerini



Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]