Radio Città Fujiko»Notizie

Jobs Act, Papignani: "Presto per festeggiare"

Il segretario regionale Fiom dà un primo giudizio sul piano di Renzi.


di redazione
Categorie: Lavoro, Economia
2CE237.jpg

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha illustrato ieri le misure con cui il governo intende rilanciare l'economia e riformare il mercato del lavoro. Per Bruno Papignani, insieme a elementi postivi, ci sono molti punti critici.

Nella giornata di ieri, Matteo Renzi ha presentato in conferenza stampa le principali misure di carattere economico che il Governo intende mettere in campo. Misure che diventeranno effettivamente operative nei prossimi cento giorni. Dal prossimo primo maggio entreranno in vigore le misure fiscali che permetteranno ai lavoratori con uno stipendo fino a 1500 euro (si stimano in circa 10 milioni) un aumento annuo in busta paga di 1000 euro. Per Bruno Papignani, fresco di rielezione alla segreteria regionale della Fiom, sono "positivi gli interventi sull'Irpef, in quanto permetteranno ai lavoratori di avere più soldi in busta paga".

Per quanto riguarda il lavoro, attraverso due decreti legge il Consiglio dei Ministri intende mettere mano ai contratti a termine e ai contratti di apprendistato, modificando così alcuni aspetti della riforma Fornero. I contratti a tempo determinato potranno valere fino a 36 mesi - rispetto ai 12 attuali - senza il requisito della causalità, e potranno essere prorogati entro il limite dei 3 anni.
Non è positivo il giudizio di Papignani in merito: "per quanto riguarda il mercato del lavoro, sui contratti a termine e altri aspetti, come l'apprendistato, viene data più libertà alle imprese, e quindi mi sembra nel segno della continuità. Quindi aspetterei a festeggiare". "Non si va verso il superamento della precarietà - aggiunge il segretario Fiom - è un aggiustamento di quello che c'era prima, la riforma Fornero, ma in peggio".

È tuttavia prematuro, ammette lo stesso Papignani, stilare un bilancio definitivo in merito al piano annunciato da Renzi: "occorrerrà approfondire, ma in ogni caso aspetterei a festeggiare - e aggiunge, con parole che sembrano destinate al segretario Cgil Susanna Camusso - mi sembra assurdo passare da dichiarazioni di sciopero a quelle di festeggiamenti".

Andrea Perolino


Ascolta l'intervista a Bruno Papignani

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]