Radio Città Fujiko»Notizie

Istituzione Scuola, protestano le maestre

Le maestre di materne e nidi di Bologna tornano a farsi sentire in Comune.


di redazione
Categorie: Lavoro, Istruzione
tumblr_mmh581tEOR1qay8z1o1_500.jpg

Riprende la protesta delle maestre delle materne e dei nidi contro la nascita dell'Istituzione Scuola, progetto del Comune per la gestione dei servizi educativi e delle scuole d'infanzia. Usb domani in presidio: "Scelta politica, ma non una necessità".

Nuove proteste delle maestre di nidi e materne comunali, tra oggi e domani. Nella mattinata di oggi, dopo un'assemblea dell'Adi - l'associazione docenti - le insegnanti sono tornate a protestare a Palazzo d'Accursio contro il progetto dell'amministrazione dell'Istituzione Scuola. Domani, invece, sarà l'Usb a dare vita a un presidio sotto il Comune alle 14.30, in contemporanea con l'incontro tra amministrazione e sindacati. Le insegnanti hanno scritto una lettera ai consiglieri comunali per spiegare le loro ragioni, sottolineando "omissioni" ed "errori" dell'amministrazione nel settore scuola: "una gestione piena di buchi neri e di gravissime scorrettezze ai danni delle insegnanti".

Le questioni al centro delle rivendicazioni delle maestre sono due: oltre all'opposizione alla nascita dell'Istituzione, il tema delle assunzioni delle insegnanti. "Ci preoccupa il fatto che questa Istituzione ha un'autonomia gestionale che le permette di riorganizzare i servizi all'occorrenza, anche in maniera molto celere - spiega ai nostri microfoni Vilma Fabbiani di Usb - È un modo per affidare pezzi di questi servizi al privato".

"Pensiamo che il Comune di Bologna non ha bisogno di un'Istituzione per gestire i servizi delle scuole dell'infanzia - aggiunge la sindacalista - non ha bisogno di un'Istituzione per assumere i precari della scuola e dei nidi". Il sindacato di base aveva proclamato il 12 maggio lo stato di agitazione di tutto il personale della scuola dell'infanzia e dei nidi, e nella giornata di oggi, alle 17, Usb è stata convocata in prefettura per il tentativo di conciliazione con il Comune. Oltre alla richiesta di bloccare la delibera di Giunta con cui viene costituita l'Istituzione Scuola, il sindacato chiede che sia "attivato immediatamente un tavolo per avviare procedure di assunzione delle precarie - fa sapere ancora Fabbiani - delle insegnanti, delle educatrici e dei collaboratori".

Andrea Perolino


Ascolta l'intervista a Vilma Fabbiani

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]