Radio Città Fujiko»Musica

Intervista a Rokia Traoré

Intervista alla cantautrice maliana Rokia Traoré.


di redazione musicale
Categorie: Pandemonium
Rokia Traore_Beautiful Africa.jpg

 Rokia Traoré, ai microfoni di Fujiko Bagno 103, ci ha raccontato del suo ultimo disco, "Beautiful Africa". 

Riascolta l'intervista in fondo all'articolo!

Sono passati 5 anni dall'uscita dell'ultimo lavoro di Rokia Traoré, ed ora eccola di nuovo in pista con "Beautiful Africa", un disco che contiene il giusto mix tra la musica tradizionale del Mali e generi internazionali come pop, jazz, blues e qualche influsso di elettronica. Per la prima volta, l'artista dà un titolo inglese a un suo album, sebbene i pezzi all'interno siano per la maggior parte cantati nella sua lingua d'origine.

Rokia ha lasciato il Mali all'età di 13 anni, a causa della guerra civile che ha travolto il Paese, per poi scegliere di ritornarci pochi anni fa, come ci ha spiegato nell'intervista. Il fatto di aver vissuto per molto tempo in Europa ha segnato la sua vita e ha definito la sua anima "duale": un equilibrio tra lo spirito africano d'orgine e quello europeo acquisito negli anni. Questa condizione si riversa nella musica e nei testi dell'artista, un mix perfetto che ritroviamo ogni volta che ascoltiamo una sua canzone.

L'incontro tra tradizione e modernità si deduce anche dal fatto che i suoi pezzi mettono sì voglia di danzare, ma non si può fare a meno di notare la presenza di forti contenuti sociali, della necessità di Rokia di puntare l'attenzione sui molteplici problemi che affliggono il Mali e la realtà africana in senso lato.

Un interessante riflessione emerge dalla domanda che che ci siamo posti riguardo alla crescente attenzione, da parte del mondo discografico occidentale, verso la musica tradizionale africana. Ciò che viene definito la passione per l'African Chic, pare non essere un interesse vero e proprio verso la cultura e la volontà di risolvere i problemi del continente africano, bensì un ulteriore mezzo per arrichire il mercato occidentale.

Come fare quindi, per evitare l'appiattimento di questo processo in mera mercificazione, dal quale l'Africa è totalmente tagliata fuori? Ne abbiamo parlato con Rokia Traoré, nell'intervista che potete riascoltare qui sotto.

Giulia Casini


Riascolta l'intervista a Rokia Traoré (a cura di Giulia Casini).

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]