Radio Città Fujiko»Musica

Indie Pride, dai anche tu un bacio contro sessismo, bullismo e omofobia

Sabato 27 ottobre al Tpo la nuova edizione del festival.


di redazione
Categorie: Musica
indie-pride.jpg?new

Musica contro l'omofobia, il bullismo e il sessismo. Sabato 27 ottobre al Tpo torna Indie Pride. Sul palco quest'anno Willie Peyote, Honeybird, Marshmellow, Verano, Im'not a Blonde, Io e la Tigre, Cimini, I Botanici, A Toys Orchestra. Cresce l'impegno e la sottoscrizione della Carta d'Intenti da parte di band ed etichette.

Indie Pride – Indipendenti contro l’omofobia è un’associazione no profit con base a Bologna nata nel 2012 dalla necessità di dare maggiore voce alle problematiche della comunità lgbtq e dell'aumento di casi di omofobia e bullismo. L'intento è quello di unire artisti e addetti ai lavori del mercato discografico per dire "No" a omo-transfobia, sessismo e bullismo.
L’obiettivo ultimo di Indie Pride è condividere un messaggio di lotta per l’uguaglianza nelle molteplici diversità, proponendosi anche come aiuto e supporto per battersi dei diritti civili e contro qualsiasi forma di discriminazione.

La musica è il principale mezzo di comunicazione per sensibilizzare gli artisti e gli addetti ai lavori. Negli anni è cambiata la location, che è andata ad ingrandirsi, dal Locomotiv Club al Tpo, tenendo sempre come principale mission quella di debellare omotransfobia, bullismo e sessismo attraverso la musica. Ed è per questo che la line-up della serata è sempre piena di artisti, band e addetti ai lavori che mettono faccia e impegno e che hanno firmato con un bacio, la Carta d'Intenti: un impegno reale e tangibile di questa lotta.

L'edizione di quest'anno, che si terrà il 27 ottobre, prevede una serata presentata da Willie Peyote, un rapper negli insoliti panni del presentatore, insieme alla precisa e attenta Honeybird, che si riconferma presentatrice di un cast d'eccezione.
Saranno diverse le band che si contenderanno il palco: I’m Not A Blonde, il duo femminile affiancato da Gian Maria Accusani che segue il progetto Indie Pride da tempi non sospetti, Verano con un ospite che sarà svelato solo durante la serata, A Toys Orchestra con una special guest.

I nomi non sono ancora finiti. Sabato saliranno sul palco anche i MarshMellow, una giovane band torinese formata da quattro ragazzi di dieci anni, che arrivano sul palco coinvolti dai genitori che con orgoglio credono nella potenza della musica, Riccardo Zanotti il frontman dei Pinguini Tattici Nucleari, che farà una comparsa chitarra e voce, ed infine la formazione completamente inedita di Garrincha Dischi, creata per l’occasione da IO e la TIGRE, Cimini e I Botanici: uno scoppiettante trittico che nasconde sorprese tutte da scoprire sabato.

Ci saranno poi incursioni letterarie di We Reading, in cui lettori non professionisti si cimenteranno con le parole altrui, e i djset di Nikki, volto storico di Radio Deejay, e di Ryno. La serata di Indie Pride ci ricorda che bisogna essere visibili perchè la visibilità porta al cambiamento, bisogna essere liberi e rumorosi, perchè per far sentire la propria voce bisogna unirsi in un unico grande coro per lottare contro omofobi, bulli e sessisti.

"La serata di sabato 27 ottobre di Indie Pride sarà all'insegna di tanta musica, riflessione, sorrisi e ospiti a sorpresa con il sorriso - spiega Antonia Peressoni, presidente di Indie Pride - perchè il sorriso è un'arma disarmante". Durante la serata si alterneranno momenti di sorrisi e momenti di riflessione, verrà anche mostrata una clip realizzata con i singoli video inviati dalle band e dagli addetti ai lavori.

Lucrezia Giulia Barzaghi

ASCOLTA L'INTERVISTA AD ANTONIA PERESSONI: 



Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]