Radio Città Fujiko»Notizie

Sgombero di Hobo e la nuova occupazione

Dopo lo sgombero di questa mattina gli attivisti di Hobo hanno dato vita a una mobilitazione che ha portato all'occupazione dell'Aula 2 di Via Zamboni 38.


di redazione
Categorie: Movimento
885876_10151320238391546_1828629887_o.jpg

Il laboratorio dei saperi comuni Hobo è stato sgomberato questa mattina dalle forze di polizia. Arrivati in Piazza Verdi gli attivisti hanno portato avanti la protesta in Rettorato e occupato un'altra aula in Via Zamboni 38.

Digos e carabinieri hanno trovato questa mattina dalla ex sede della facoltà di Agraria di Via Filippo Re 4 attivisti, che sono stati allontanati. I vari accessi allo spazio sono stati chiusi. Secondo gli attivisti di Hobo nel corso dello sgombero "cinque o sei studenti sono stati denunciati per violazione di domicilio".

Così è cominciata la mobilitazione. Intorno alle 11 gli attivisti si sono dati appuntamento per un presidio in Piazza Verdi. E' così partito un breve corteo che inizialmente si è recato verso gli spazi delle ex serre di Via Filippo Re. La polizia ha impedito che gli attivisti giungessero alla loro meta e di conseguenza, dopo aver bloccato il traffico in Via Irnerio sono tornati in Via Zamboni per raggiungere il Rettorato.

Qui davanti sono tornati a presidiare l'entrate con striscioni e slogan contro il rettore dell'Università Ivano Dionigi. Un gruppo si è poi spostato per poter occupare nei locali di Filosofia, in Via Zamboni 38. Qui in aula due è stata interrotta la didattica per dare vita a una nuova occupazione. Così Hobo porterà avanti per oggi le iniziative in programma.

Dallo scorso 21 febbraio Hobo aveva occupato lo spazio delle serre dimesse della ex facoltà di Agraria nei giardini di Via Filippo Re, in piena zona universitaria. Di proprietà di Demanio al loro posto dovrebbe sorgere un asilo nido per i figli dei dipendenti dell'Alma Mater ma ancora il progetto di riconversione non è cominciato.

Da giovedì scorso l'occupazione di Hobo aveva dato vita a una serie di iniziative e a un nuovo percorso politico che apriva alla città nuovi momenti di dibattitto e confronto su tematiche quali il lavoro, la crisi e la presenza di lavoratori e studenti a livello politico. Ora rimangono l'aula due e l'aula Roveri (occupata dagli attivisti di Bartleby) in via Zamboni 38 e l'occupazione di un'aula di Italianistica da parte del Cua al 32.


Ascolta l'intervista a Gigi di Hobo

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]