Radio Città Fujiko

Guida all’acquisto della prima casa: ecco gli steps da seguire e gli errori più frequenti


di redazione
(radiocittafujiko.it).jpg

Comprare un’abitazione: come fare e come usufruire dei benefici fiscali concessi dallo Stato per chi acquista la prima casa?

Data la delicatezza dell’argomento, ci ha pensato l’Agenzia delle Entrate a fare un po’ di chiarezza, pubblicando un vero e proprio vademecum  che spiega – passo dopo passo – cosa bisogna valutare per acquistare una casa, e cosa bisogna fare nel concreto per avere accesso alle agevolazioni fiscali relative all’acquisto della prima casa. Fra le altre cose, la suddetta guida risulta accessibile a chiunque, anche per via della presenza di diversi esempi pratici che coprono di fatto qualsiasi casistica. Ma quali sono i passaggi più importanti che affronta chi compra la prima casa?

La valutazione dell’immobile da parte di esperti
Il primo step, nonché uno dei più importanti, riguarda la valutazione dell’immobile in vendita, e deve essere condotto solo da personale specializzato. Questo perché sono tantissimi i fattori che influiscono sul prezzo di una casa: non solo la posizione geografica ed il quartiere, ma anche e soprattutto le condizioni strutturali dell’abitazione e ovviamente la presenza di impianti a norma che, nel caso dovessero essere rifatti da zero, porterebbero in dote spese molto elevate. E lo stesso discorso può essere fatto per gli altri impianti ed eventualmente il rifacimento del tetto. Conclusa la valutazione, l’acquirente potrà avere un costo reale e riflettere sulla convenienza dell’acquisto.

La stipula di un contratto preliminare
Un altro passaggio fondamentale è la stipula di un contratto preliminare fra il venditore e l’acquirente, e avente come oggetto il passaggio di proprietà dell’immobile in questione. Grazie a questo strumento, il potenziale acquirente può pararsi le spalle ed ottenere un’opzione che lo metta al riparo anche da eventuali rialzi di prezzi dovuti ad esempio ad aste. Il contratto preliminare costa 200 euro di imposte e deve essere necessariamente registrato come tale almeno 20 giorni prima del contratto che poi sancirà l’effettivo passaggio di proprietà della casa.

Controllare i requisiti per accedere ai bonus
Per risparmiare sulle imposte e per poter usufruire di una serie di agevolazioni fiscali previste dal Bonus, bisogna che il futuro proprietario dell’immobile si informi compiutamente a riguardo. Un modo semplice, affidabile e gratuito per informarsi sulle modalità di accesso ai requisiti per il mutuo prima casa consiste nel consultare siti come MutuiSupermarket , dove si possono trovare informazioni chiare ed aggiornate. Fra i paletti più importanti, l’obbligo di non possedere altre case (né a titolo unico né in partecipazione), di essere residenti nel comune che ospita l’immobile e, in caso di cambio residenza, informarsi prima sulle tempistiche necessarie per condurre in porto questa pratica in tempo.

Comprare casa: gli errori più frequenti
Quali sono gli errori più frequenti commessi da chi compra casa? Innanzitutto l’errata valutazione delle condizioni dell’immobile, e dunque il conseguente aumento dei costi che possono diventare pericolosi se sforano il budget. Inoltre, nel caso dei mutui a tasso variabile spesso chi compra casa non valuta attentamente le variazioni dell’indice Euribor , andando incontro a rate al di sopra delle proprie possibilità economiche. Infine, mai chiedere l’intervento di parenti o genitori come garanti per il prestito bancario, perché in questo modo potreste coinvolgere la vostra famiglia e metterla in serie difficoltà finanziarie.


Ora in onda

Lady T presenta il meglio della scena hiphop

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]