Radio Città Fujiko»Notizie

Granarolo: licenziato dopo 18 anni a seguito di una discussione sindacale

Questa mattina il presidio Cobas davanti all'azienda, che dovrà rispondere del licenziamento in tribunale


di Anna Uras
Categorie: Lavoro
Granarolo.png

18 anni di lavoro, nessun richiamo nel corso di questi anni, contratto a tempo indeterminato. Eppure Salvatore, sindacalista Cobas, è stato licenziato in tronco dalla Granarolo Spa. La ragione sarebbe una discussione con un sindacalista della Cgil. Si tratta dell'ottavo licenziamento nel 2018, e secondo Salvatore in azienda c'è un clima di terrore.

La Granarolo ha licenziato in tronco un lavoratore con 18 anni di lavoro senza alcuna sanzione e padre di due figli. Si tratta dell'ottavo licenziamento di quest'anno e la ragione sembrerebbe essere una discussione di carattere sindacale tra colleghi. Sulla legittimità di tale provvedimento dovrà rispondere la magistratura a seguito dell’impugnazione che Salvatore, insieme a Cobas, ha presentato in tribunale.

La strutturale sindacale dei Cobas è nuova nello stabilimento di Cadriano, è entrata in azienda 6 mesi fa, e in un comunicato stampa ha denunciato il carattere repressivo di questo licenziamento nei confronti del sindacato. "Da quando sei mesi fa siamo entrati in azienda - racconta esasperato e affranto Salvatore - siamo stati torturati a morte dalla Cgil. L'azienda poi è nata con questa sigla sindacale e si stanno comportando peggio dei mafiosi".

Secondo il coordinatore Cobas Alessandro Palmi, la Granarolo sta portando avanti una politica di licenziamenti nei confronti dei lavoratori a tempo indeterminato con più anzianità. "Nell'ultimo anno - racconta Palmi - sono stati licenziati già in 8 per varie motivazioni, per poi sostituirli con interinali e cooperative, quindi è proprio una pratica gestionale dell'azienda. Qualunque motivazione venga fuori se ne approfitta per licenziare le persone con anzianità e a tempo indeterminato per poter ridimensionare l'impianto e gestire il personale secondo le nuove regole, con gli interinali, quindi continua evasione di diritti".

ASCOLTA LE PAROLE DI ALESSANDRO PALMI E SALVATORE:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]