Radio Città Fujiko»Notizie

Giochi sicuri: "La soluzione è il modello tedesco"

Il dibattito sulla privatizzazione dei giochi per bambini.


di Alessandro Canella
Categorie: Istruzione, Società
prismarredo_altalena%20scuola%20materna%20con%20sedili%20a%20culla.JPG

L'assessore Gabellini allude (e poi chiarisce) all'idea di privatizzare scivoli e altalene per far fronte a costose manutenzioni dovute al vandalismo. Secondo Marco Guerra la soluzione non passa per la mercificazione, ma per le gare di appalto e il senso civico.

Fa discutere a Bologna l'ipotesi avanzata (e poi smentita) dell'assessore all'Urbanistica Patrizia Gabellini circa la privatizzazione dei giochi nei parchi pubblici. Una prospettiva suggerita dagli alti costi di manutenzione degli stessi, tasto dolente per Palazzo D'Accursio. Un input che è arrivato da privati, che si proponevano di far pagare uno o due euro scivoli e altalene.
Il problema c'è tutto ed è stato riportato all'attenzione da un tragico fatto di cronaca: un bimbo morto dopo una caduta dall'altalena (a causa di una corda spezzata) nel parco "John Lennon".
La manutenzione, spiegano dal Comune, è molto onerosa. Si parla di 800mila euro all'anno, un decimo delle spese di manutenzione ordinaria inserite nel bilancio, che di questi tempi è in estrema sofferenza.
Le manutenzioni, del resto, sono rese necessarie a causa dei continui atti di vandalismo ai danni di queste strutture.
Di qui l'ipotesi di affidare a privati o associazioni la gestione delle strutture, anche con l'eventualità che diventino a pagamento. In ogni caso quel che Palazzo D'Accursio vorrebbe evitare è una spesa così alta e la responsabilità in caso di incidenti.

Una soluzione diversa. A fornire una soluzione ben diversa da quella prospettata è Marco Guerra, ex candidato indipendente nelle elezioni comunali del 2011, ma soprattutto titolare di "Ludovico", un'azienda che si occupa proprio di arredamenti e giochi per l'infanzia.
"Con l'Università di Bologna presenteremo uno studio in cui si afferma la necessità di aumentare il tempo trascorso all'esterno dai bambini - premette Guerra - dal momento che oggi le esperienze all'aperto vengono vissute come l'ora d'aria per i carcerati". Il movimento, sottolinea l'esperto di giochi per bambini, è fondamentale nella formazione e nell'apprendimento dei più piccoli, anche confrontandosi con cadute e piccoli incidenti.
La mercificazione e la privatizzazione di queste aree, dunque, non ne favorirebbe di certo l'utilizzo, ma lo limiterebbe.

Il modello tedesco. "La legislazione della Germania in materia - spiega Guerra - prevede che la manutenzione sia inserita nei capitolati d'appalto degli enti pubblici, nelle gare che assegnano alle aziende l'installazione dei giochi nei parchi pubblici". La stessa azienda che vince la gara per la fornitura e la messa in opera di scivoli e altalene, deve poi garantirne il corretto funzionamento e la loro manutenzione.
"Una soluzione che riduce di molto i costi ed efficienta gli interventi, dal momento che chi costruisce giochi per bambini e li installa ha probabilmente più competenze di chi è chiamato a manutenere un generico giardino".

Il contrasto al vandalismo. I giochi per bambini nei parchi pubblici, però, hanno bisogno di interventi molto più frequenti rispetto alla naturale usura delle strutture. Questo a causa dei continui atti vandalici messi in atto da adolescenti. "Questo la dice lunga sulla considerazione che la nostra società ha dei bambini - osserva Guerra - che vivono contesi tra un'iperprotettività e un'educazione improntata al 'possiedo dunque sono' e se non possiedo non sono".
Gli atti di vandalismo sono, secondo l'esperto, da un lato uno storico atteggiamento degli adolescenti per marcare la differenza con l'infanzia e affermare così di essere cresciuti, dall'altro la manifestazione di una ribellione verso le istituzioni, sentite lontane e avverse.
Proprio per questo, secondo Guerra, la soluzione non passa dall'innalzamento di recinti o dalla mercificazione, ma attraverso un'operazione che punti a rilanciare il senso comunitario dei beni pubblici.


Ascolta l'intervista a Marco Guerra
Tags: Infanzia, Giochi

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]