Radio Città Fujiko»Notizie

Fusione Hera-Amga, "Operazione di mera finanziarizzazione"

Così Cathy La Torre, capogruppo Sel in Consiglio Comunale, sulla fusione delle multiutility


di Francesco Ditaranto
Categorie: Politica
l43-hera-120510204159_medium.jpg

Lunedì il Consiglio Comunale ha votato il piano di fusione tra Hera e la multiutility di Udine Amga. Le opposizioni sono uscite dall'aula in polemica per la partecipazione della presidente del Consiglio Lembi ad una riunione di maggioranza. Cathy La Torre, Sel, è perplessa sui benefici dell'operazione.

Nella seduta di lunedì scorso, il Consiglio Comunale ha votato la delibera di fusione tra Hera e la multiutility di Udine, Amga. Il passagio non è però stato indolore per la maggioranza, perchè Sinistra Ecologia e Libertà, insieme ai gruppi d'opposizione, non ha partecipato al voto in aperta polemica con le modalità con le quali il voto è stato espletato. Sotto accusa la presidente del consiglio, Simona Lembi, rea di aver partecipato ad una riunione di maggioranza, venedo meno, così, al suo ruolo super-partes.

"Si è svolto tutto in maniera irrituale -dichiara Cathy La Torre, capogruppo Sel in consiglio, che ha seguito il voto in streaming- Si è votato durante una protesta sindacale dell'Usb. C'erano le maestre che protestavano ed è evidente che la votazione sia avvenuta in violazione dell'articolo 17 del regolamento, che impone di sospendere il Consiglio quando ci sono rumori che non garantiscono la calma. Speriamo che la presidente Lembi possa chiarire cosa l'abbia spinta a tenere quel comportamento, visto che la presidenza è un organo sopra le parti."

Ma è sul merito che La Torre è molto scettica. "Crediamo -dice- che l'ingigantimento di Hera non porterà benefici. Vogliamo sapere per quale motivo Hera deve accendere mutui per avere liquidità e acquistare l'azienda di Udine, e quei soldi non li investe nella bonifica della rete. Servirebbero 20 milioni di euro per la bonifica, che è la stessa cifra che Hera spende per il suo management. Mi sembra un'operazione di mera finanziarizzazione"

"Perchè allargarsi -incalza la capogruppo Sel- quando la pressione tariffaria aumenta e la rete idrica della Regione Emilia-Romagna presenta un 25% di perdite?"


Ascolta l'intervista a Cathy Latorre
Tags: Hera, Sel

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]