Radio Città Fujiko»Notizie

Francia: matrimoni e adozioni omossessulali da giugno.

Feste e proteste nei confronti della nuova legge.


di redazione
Categorie: Società
francia-matrimoni-gay-2.jpg

Festa ma anche proteste e degli scontri con la polizia, ieri e stanotte dopo l'approvazione definitiva per la legge che consente matrimoni e adozioni a coppie delle stesso sesso già da giugno.

Con 331 voti a favore e 225 contrari l’Assemblea Nazionale francese ha approvato la legge che legalizza i matrimoni tra persone dello stesso sesso, dopo l’approvazione del 12 aprile scorso da parte del Senato.

La legge sul matrimonio gay è considerata la più importante riforma della società effettuata in Francia dal 1981, quando fu abolita la pena di morte.

Centinaia di persone a favore del provvedimento hanno festeggiato in molte città del paese, ma non sono mancate anche nuove manifestazioni di protesta organizzate principalmente dai sostenitori dei partiti di destra, che si opponevano da mesi alla nuova legge voluta e promessa nella campagna elettorale dal presidente François Hollande.

In particolare dopo la notizia dell'approvazione sono scesi in piazza le forze di tutta la destra francese, dal Ump di Sarkozy fino al Front National di Marine Le Pen. Ma in questi mesi il dibattito sul tema ha fatto emergere la diffusione di posizioni omofobiche che di fatto si stanno diffondendo nella società francese. Episodi di violenza legata all'omofobia si sono riscontrati a Nizza e a Parigi.

Cavalcando l'ondata di protesta sull'approvazione della legge la destra francese sta anche raccogliendo maggiori consensi. Il rischio è quello che già si è diffuso in altri Paesi dell'Europa: una radicalizzazione delle posizioni e un maggiore consenso diffuso anche nell'immaginario collettivo del pensiero di estrema destra.

"Queste forze politiche stanno utilizzando l'opposizione al provedimento del governo per poter diffondere, soprattutto tra i giovani che si approcciano per la prima volta alla politica, un sistema di valori basato su posizioni conservatrici e di destra estrema - afferma il nostro corrispondente dalla Francia Francesco Ditaranto - Quello che stupisce è che si stanno già raccogliendo consensi: quelle che abbiamo visto saranno le prime di una serie di proteste che prenderanno vita nel Paese che stanno rafforzando i consensi di questa parte politica. Il tutto senza che gli aiuti e il welfare familiare sia diminuito o in diminuzione".


Ascolta l'intervista al nostro corrispondente Francesco Ditaranto

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]