Radio Città Fujiko

#FoodPop, il Giappone è da gustare con NipPop

Dal 17 al 19 maggio la nona edizione del festival sulla cultura nipponica.


di redazione
Categorie: Cultura
Nippop.jpg

La food culture è protagonista della nona edizione di NipPop, il festival sulla cultura giapponese che si svolgerà dal 17 al 19 maggio. Al grido di #FoodPop artisti giapponesi e italiani di musica, letteratura e fumetto porteranno a Bologna i sapori d'oriente.

Dal 2011 a Bologna il Giappone è di casa. A disegnare questo filo ideale con l'oriente è NipPop , il festival che mescola letteratura, musica, fumetto e non solo che ci guida alla scoperta di uno dei Paesi più affascinanti del mondo. E lo fa, come si evince dal nome, in una chiave pop, facilmente accessibile a tutti.
La nona edizione del festival si svolgerà dal 17 al 19 maggio tra il Quartiere Santo Stefano e il Teatro del Baraccano, dove si alterneranno incontri, spettacoli e workshop.
In realtà, un'anteprima della nuova edizione si svolgerà alle 18.00 di domani, 14 maggio, nel Parco Lunetta Gamberini, con il concerto del gruppo Munedaiko e le sonorità dei tamburi taiko.

Il cibo è il filo conduttore di questa edizione, sintetizzato nel titolo #FoodPop. Ragion per cui, accanto alle arti che solitamente si alternano all'interno del festival, in questo 2019 ci sarà spazio anche per le degustazioni.
La food culture verrà celebrata da tantissimi ospiti, a partire da Hirohiko Shoda, conosciuto come Chef Hiro, conosciuto anche in Italia grazie alla sua partecipazione a programmi televisivi, come “La Prova del Cuoco” e “Ciao, sono Hiro”.

Il rapporto tra Giappone e mondo culinario in tutte le sue declinazioni si svilupperà attraverso una serie di eventi e appuntamenti culturali con giornalisti, docenti universitari, artisti, critici, giornalisti, editori e esperti del mondo della pubblicità (tra i quali Maruyama Akira, direttore del Creative Business Strategy Center della Dentsu). Il pubblico potrà godere del meglio di ogni aspetto della cultura giapponese: una vasta rappresentanza della città di Iga coinvolgerà i visitatori con performance di calligrafia, arti tradizionali, eventi culinari e teatro.

Sempre dal Giappone giungeranno sotto le Due Torri la scrittrice Ogawa Ito, le autrici manga Est Em e Yoshiko Noda (Yocci), il produttore di serie animate Yasuo Kameyama, ma ci sarà spazio anche per nomi italiani, come la scrittrice Stefania Viti e il fumettista Otto Gabos.
E ancora: il fumettista Igort, direttore di Linus, già autore di “Quaderni giapponesi”, presenterà il suo nuovo lavoro in uscita, “Kokoro”, che racconta gli incontri con alcuni tra i più importanti esponenti della cultura giapponese del dopoguerra, dal musicista Ryuichi Sakamoto al creatore di “Akira” Katsuhiro Otomo.

Tutti gli eventi del Festival NipPop, inclusa l’area espositiva, saranno a ingresso libero e gratuito.
Per scoprire il programma completo clicca qui.

ASCOLTA L'INTERVISTA ALLA DIRETTRICE ARTISTICA PAOLA SCROLAVEZZA:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]