Radio Città Fujiko»Notizie

Ex Telecom: dopo lo sgombero, la dignità torna in piazza

Domani, sabato 24 ottobre, la manifestazione "Prima i poveri".


di redazione
Categorie: Movimento, Casa
12063867_1179580245404547_6162615881389772960_n.jpg?oh=c725c6ae12c25d02f3186222010e21e0&oe=56BA21B7
(Da Social Log: il fumetto solidale di Zerocalcare per l'Ex-Telecom)

Una nuova marcia della periferia e della dignità si riverserà nelle strade di Bologna domani, sabato 24 ottobre. Dopo lo sgombero dell'Ex-Telecom non si ferma la lotta per il diritto all'abitare, mentre il collettivo Social Log, assistito dall'avvocato Marina Prosperi, annuncia azioni legali per fare luce sull'accaduto.

Le immagini dello sgombero dell'Ex Telecom di martedì scorso sono ancora negli occhi di tutti, e probabilmente lo saranno ancora per molto tempo. Il dispiegamento infinito delle forze dell'ordine, l'irruzione con scudi e manganelli nello stabile, le lacrime delle mamme e dei bambini portati fuori dalle loro case rappresentano una ferita dura a rimarginarsi per la città. Di sicuro, le cicatrici rimarranno, soprattutto a identificare l'operato e l'esperienza di un certo "centrosinistra" sotto le Due Torri. Ma per chi vive sulla propria pelle il dramma dell'emergenza abitativa, e chi si batte per la conquista di diritti fondamentali, la dignità non può essere sgomberata: domani, sabato 24 ottobre, dall'Ex-Telecom partirà una nuova "marcia della periferia e della dignità".

"Prima i poveri" sono le parole d'ordine dello striscione rosso che aprirà il corteo, dietro al quale "più forti che mai, leoni e leonesse che con grande dignità e coraggio hanno affrontato uno dei momenti più osceni della nostra città, torneranno con il sorriso di chi ha lottato ed è determinato a continuare una battaglia di grande giustizia sociale", fa sapere Fulvio di Social Log. Le istanze del movimento per il diritto all'abitare sono chiare, a partire da uno stop immediato di "scudi, manganelli e operazioni di sgomberi che anche nella nostra città stanno aggredendo la vita di centinaia di uomini, donne e bambini esponendo quanti sono stati costretti ad occupare per vivere dignitosamente ad una repressione violenta e crudele". Moratoria degli sfratti e abolizione dell'articolo 5 del Piano Casa sono le richieste irrinunciabili che verranno scandite anche domani.

Intanto, per fare luce su quanto accaduto durante le 12 ore di operazioni di sgombero, il collettivo Social Log, insieme all'avvocato Marina Prosperi, ha annunciato azioni legali. Il caso sarà portato anche all'attenzione della Corte europea dei Diritti umani. Il legale, che durante lo sgombero ha assistito gli occupanti, ha riferito oggi che agenti della Digos si sarebbero presentati in ospedale per richiedere informazioni alle persone, minorenni compresi, che sono stati sgomberati e si sono rivolti ai medici per il trauma fisico e psicologico subito.

Ai nostri microfoni Fulvio torna su quanto accaduto martedì, ultimo (per il momento) anello di una catena di sgomberi rispetto a cui il ruolo e la posizione dell'amministrazione comunale sono quanto mai ambigui: "la posizione del Comune è quella di un ente locale che si è trovato esautorato delle proprie funzioni - afferma l'attivista di Social Log - c'è stato uno scippo di sovranità politica, e questo meccanismo a Bologna è diventato una regola". Per queste ragioni, a partire da quello che è accaduto all'Ex-Telecom "è necessario aprire una riflessione in città su questo meccanismo che vede una Procura e una Questura impegnate a delegittimare ogni ipotesi di contrattazione sociale quando la povertà si autorganizza. E questo non riguarda soltanto la lotta per il diritto all'abitare - sottolinea Fulvio - ma anche tante altre istanze articolate sul nostro territorio".


Ascolta l'intervista a Fulvio

Ora in onda

Musica, informazione e rubriche all'ora di pranzo in compagnia di Mingo dj.

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]