Radio Città Fujiko»Eventi

Un capodanno all'Arena in "Transit"

All'Arena del Sole si prepara uno spettacolo di teatro circo per festeggiare il nuovo anno con giovani artisti del Québec della compagnia Flip Fabrique


di Simona Sagone
Categorie: Teatro
Transit Flip Fabrique

Lo spirito di festa investe il palcoscenico ERT della città di Bologna con uno spettacolo programmato per fine anno, il 30 e 31 dicembre, ambientato in un luogo di transito, un aeroporto, in mezzo a cataste di valigie e bauli, per raccontare l'energia della vita nei suoi alti e bassi attraverso vertiginose acrobazie.

Tutti sperimentiamo in continuazione come le nostre vite siano sottoposte a continui cambiamenti, siamo sempre in movimento e in transito da un posto ad un altro. Vivere immersi nel cambiamento porta ciascuno di noi a sentirsi in bilico tra situazioni o mondi diversi, con la paura di cadere e insieme con l'entusiasmo e lo slancio vitale proprio dell'affrontare nuove straordinarie realtà.

Nel teatro circo si può raccontare il contemporaneo in modo iperbolico con un doppio o triplo salto mortale a significare quella sensazione di disastro imminente possibile a ogni viaggio, ogni volta che un aereo si alza in volo o che sta per atterrare in una perturbazione. Tanto vale vivere l'istante presente come se potesse essere l'ultimo, sentirsi vicini a tutti quelli che ci stanno accanto nei non luoghi quali stazioni e aroporti, perchè tutti siamo accomunati dall'inevitabilità della morte che può sorprenderci quando meno ce lo aspettiamo.

Vivere nel presente vuol dire, per la compagnia canadese dei  Flip Fabrique , scaricare l'energia che ci portiamo dentro gioiosamente e con un briciolo di follia condividendo in ogni momento con gli altri la scintilla di vita che si sprigiona per esorcizzare la paura del tempo che passa e del continuo cambiamento.

La compagia di artisti nata nel 2011 è formata da giovani artisti già tuttavia affermati a livello internazionale, in gran parte transitati precedentemente dal Cirque du Soleil e dal Cirque Éloize. Gli acrobati e le acrobate del gruppo prima di essere colleghi di lavoro sono amici e dall'amicizia è nata l'idea di associarsi per creare una nuova compagnia che lavorasse su spettacoli che attingono dalla loro quotidiana esperienze di vita, immettendo negli schemi narrativi dello show le loro vite reali senza infingimenti.

"Crediamo molto che le emozioni trasmesse in uno spettacolo debbano essere genuine, questo è l’unico modo per farle arrivare al pubblico. Interpretiamo noi stessi, senza nasconderci dietro un personaggio. In questo modo possiamo creare autentici legami tra gli artisti sul palco. L’aspetto autobiografico è importante"  afferma il direttore artistico Bruno Gagnon "Cosa faresti se tu sapessi che questo è l’ultimo momento che passi con i tuoi amici? Come si comportano le persone quando sanno che stanno facendo qualcosa davvero per l’ultima volta? Anche una semplice azione come mangiare una mela può diventare straordinaria se sai che quella è l’ultima mela della tua vita".

In Transit gli artisti tentano di raccontare, come lo può fare il teatro circo, come si potrebbe vivere insieme l'ultimo istante di vita, insieme ai propri amici, insieme al pubblico, ridendo e divertendosi come bambini, giocando al teatro, nel teatro, senza paura delle trasformazioni.

In scena a Bologna all'Arena del Sole il 30 dicembre alle ore 16:00 e 31 dicembre alle 22 con brindisi della mezzanotte. 

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]