Radio Città Fujiko»Eventi

Setup, Itaca dell'arte contemporanea bolognese

La VII ed. della fiera indipendente dal 31 gennaio al 3 febbraio


di redazione
Categorie: Teatro, Cultura
SETUP-2019-RIZOMI-Tommaso-Buldini-Sylvie-Selig-2018-Acrilico-pennarelli-biro-particolare-opera
SETUP 2019- Tommaso Buldini & Sylvie Selig, 2018, Acrilico pennarelli biro, particolare, galleria RIZOMI

Dal 31 gennaio al 3 febbraio l'arte contemporanea sbarcherà sulle coste indipendenti di Setup, isola d'arte, come sottolineato da "Itaca", il tema scelto per la per la VII edizione che avrà luogo nello storico palazzo Pallavicini, in via San Felice 24.

Il tema scelto per il 2019 è Itaca, un parallelo che vede Setup come porto ormai consolidato dell'arte, luogo di sbarco e di passaggio per artisti, galleristi, collezionisti e appassionati.
Marinai dell'arte provenienti da diversi settori, fra i quali troviamo già una delle novità di quest anno: il video. Per la prima volta, infatti, sarà presente una sezione video grazie ai progetti collaterlai, gli OFF Projects, come ISLANDERS a cura di Manuela Valentini che creerà una sala cinematografica all'interno del palazzo quattrocentesco in cui sarano proiettati i lavori di giovani video artisti provenienti da Palma de Maiorca, Cuba, Gran Canaria e Capo Verde per riflettere e comprendere l'essere isolani.
Dal video alla performance si arriverà alla messa in scena dell'anteprima nazionale di I’(m)SOLA di e con Marina Visentini ed Elena Copelli in collaborazione con Teatro Magro di Mantova. Ideata appositamente per Setup, la performance verte sulla figura di Penelope affrontando attraverso il teatro sperimentale il dualismo identitario della donna.

Per continuare sul fil-rouge della manifestazione saranno organizzate delle tavole rotonde all'interno di "Glocal. Oltre il confine". Il progetto prevede tre incontri, suddivisi per aree tematiche: Arte e Geografia; Un non luogo chiamato Terra; 3.0 Frontiere nella rete. Tra i grandi nomi che parteciperanno al programma segnaliamo la presenza di Silvia Petronici, autrice del libro “A piedi nudi ballano i santi” edito dalla casa editrice Il Rio, Andrea Chiesi, artista caro al mondo postpunk e ai CCCP, che presenterà la pubblicazione della monografia Eschatos, presentata in anteprima a SetUp e ArteFiera 2019 (a cura di D406 Arte Contemporanea, Guidi&Schoen Arte Contemporanea e NM Contemporary, per Silvana Editoriale), e Alessandra Troncone, curatrice di Underneath The Arches e docente di Storia dell’Arte alla Accademia di Belle Arti.

Ultima novità di questa edizione sarà il premio A.T. Cross Company per l’Arte che va ad unirsi ai già esistenti Premio Setup e Tiziano Campolmi, rispettivamente diretti ad artisti e curatori under 35 nel primo caso e alla fotografia nel secondo. Il nuovo premio prende il nome dall'omonima cartiera americana che ha supportato otto artisti donando la carta utile all'elaborazione dei lavori. Il tutto nasce dalla collaborazione fra Setup e Santara, azienda distributrice di cancelleria di lusso che acquisterà l'opera vincitrice e finanzierà il catalogo dell’artista premiato, edito da Il Rio Edizioni.

Una manifestazione che punta alla qualità, come ha spiegato ai nostri microfoni la cofondatrice di Setup Simona Gavioli, per chiarire la scelta di ridurre il numero degli espositori da 31 a 25 e porre l'ulteriore limite e sfida di poter esporre al massimo tre artisti a galleria. Il fine è quello di "avere un contatto più lungo con il visitatore - continua Simona Gavioli, osservando come in questo modo i fruitori abbiano "più spazio, più tempo per parlare e per visionare i progetti". E proprio per rendere l'esperienza più coinvolgente nelle giornate della manifestazione saranno organizzati dei Curator-tour tra gli stand, guidati da giovani curatori, e delle visite guidate alla scoperta di Palazzo Pallavicini con lo storico dell’arte Nicola Zanotti, (su prenotazione sabato 2 febbraio ore 13.00 e ore 14.00).

Gli appuntamenti di Setup non si limitano al Palazzo Pallavicini, ma ne comprendono molti altri in tutta la città. L’elenco completo delle iniziative di SetUp Plus è disponibile qui.
Mentre il principale, meta imprescendibile per amanti della musica elettronica è la Robot Art Night. La collaborazione con il Robot Festival apre le danze alla prima serata dell’anno il 2 febbraio a Palazzo Re Enzo. Fra sonorità drone, noise, sperimentali e immagini digitali si esibiranno Tomat Petrella, duo italiano legato all'etichetta tedesca  !K7.


Flavia De Marco

ASCOLTA LE PAROLE DI SIMONA GAVIOLI:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]