Radio Città Fujiko»Eventi

Mambo: Una ‘Scandagliodipendenza’ per indagare il presente

Dal 26 gennaio al 17 aprile


di redazione
Scandagliodipendenza Jonas Burgert 04

La prima personale italiana di Jonas Burgert, artista berlinese maestro del colore che attraverso i contrasti sulla tela racconta il ‘caos calmo’ dell’immaginario contemporaneo. Guarda il video.

Trentotto quadri prevalentemente di grandi dimensioni, con colori e forme ricchi di contrasti per ricostruire la complessità e le contraddizioni del nostro presente. Una sezione dedicata a delle tele piccole che si focalizzano su specifici soggetti o temi ed una sezione esclusivamente dedicata alla figura femminile, uno dei punti principali di tutta la mostra.

A poche settimane dalla chiusura dell’antologica dedicata a David Bowie il Mambo  riapre le sue porte per ospitare, dal 26 gennaio al 17 aprile, le opere di Jonas Burgert, artista berlinese che ha scelto Bologna per la sua prima personale italiana, dal titolo Scandagliodipendenza  curata da Laura Carlini Fanfogna.

«Non è facile dire quale sia il leit motiv della mia opera – ci ha spiegato Burgert – è un tema molto generale. Nei miei quadri cerco di dare una rappresentazione dell’essere umano e di questo nostro presente così complesso. Cerco di dare un palcoscenico a quello che siamo: esseri umani che cercano continuamente di dare un senso alla propria vita, legandosi a luoghi, cercando sicurezze, cercando la spiritualità per poi cadere inevitabilmente travolti dalla nostra condizione fallibile. Che per me è meravigliosa. Sbagliare è meraviglioso, un meraviglioso disastro».

Burgert vive e lavora in una vecchia fabbrica dismessa che gli consente di lavorare su grandi formati ma non disdegna anche le tele di piccole dimensioni che rappresentano una sorta di zoom sulla realtà o studi che lui enuclea su singoli temi.

È, inoltre, un maestro del colore sa gestire la materia cromatica con un talento straordinario e credo che sia un artista che indaga il nostro presente. Scandaglia la realtà intorno a lui, sia interiore, alla ricerca di un equilibrio, sia il mondo esterno.

Il titolo Scandagliodipendenza, in lingua originale Lotshut, che non è un vero e proprio tedesco ma una specie di licenza linguistica dell’artista. Anche questo un modo per riflettere l’immaginario contemporaneo che oscilla tra due estremi. Un grande caos, da una parte, e al tempo stesso anche una calma tranquillità. Come quella stessa che ritroviamo, ad esempio, nelle figure femminili a cui è dedicata un’apposita sezione del percorso espositivo.

Mariangela Latella

Guarda il video girato durante l'inaugurazione.


Ora in onda

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]