Radio Città Fujiko»Eventi

Arte Fiera, un successo da 50mila visitatori

Il pubblico ha premiato il rinnovamento del nuovo direttore artistico Simone Menegoi.


di redazione
Categorie: Cultura
image003(1).jpg

La 43^ edizione di ArteFiera si chiude con un bilancio di 50mila visitatori. Un deciso apprezzamento per la prima edizione guidata dal nuovo direttore artistico Simone Menegoi.

I cinque giorni della rassegna di arte moderna e contemporanea di Bologna, incluso il vernissage del 31 gennaio, parlano di risultato centrato: il rinnovamento avviato, in soli quattro mesi, ha corrisposto agli obiettivi di Arte Fiera 2019 raccogliendo un ottimo riscontro da parte del pubblico: oltre 50.000 le presenze, di mercato e di opinioni positive dei media.
Conferme positive anche sul fronte delle vendite per le gallerie che, nelle giornate di manifestazione, hanno sviluppato interessanti contatti con i collezionisti in visita all’evento.

Simone Menegoi chiudendo l’ultima giornata di Fiera dichiara: “Assumere la direzione della fiera più longeva d’Italia è stata una sfida. A giudicare dalle reazioni dei galleristi, dei collezionisti, del pubblico e della stampa, in questa prima edizione possiamo dire di averla vinta. Ci rimettiamo al lavoro per preparare Arte Fiera 2020 con la fiducia e la determinazione che seguono a un esordio felice.”

I cinque giorni della rassegna di arte moderna e contemporanea di Bologna, incluso il vernissage del 31 gennaio, parlano di risultato centrato, per una fiera che ha puntato sulla propria italianità con un livello di qualità internazionale, e che ha scelto un inedito criterio di partecipazione, invitando le gallerie a presentare un numero limitato di artisti.
Una scelta ripagata dalla fiducia degli espositori: delle 141 gallerie, circa un terzo ha presentato stand monografici e dall'ottimo riscontro di mercato e successo di pubblico con oltre 50.000 presenze.

Successo confermato anche dagli oltre 350 collezionisti nazionali e internazionali, segnalati dalle gallerie espositrici, che sono stati ospitati da Arte Fiera nei cinque giorni di manifestazione.
Due le sezioni: Main Section (128 espositori) e Fotografia e Immagini in movimento (18 espositori): la prima dedicata al moderno e all’arte postbellica, fino al contemporaneo di ricerca; la seconda aperta anche al video e affidata alla direzione artistica di Fantom, piattaforma curatoriale nata tra Milano e New York nel 2009, rappresentata da Selva Barni, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani e Francesco Zanot.

Molto apprezzata la mostra Solo figura e sfondo, a cura di Davide Ferri, che ha riunito per la prima volta opere dalle collezioni istituzionali, pubbliche e private di Bologna e della regione Emilia Romagna. Molta curiosità ha suscitato Oplà. Performing activities a cura di Silvia Fanti: un programma di azioni che si sono svolte in fiera, ai suoi margini e in città, con interventi degli artisti Alex Cecchetti, Cristian Chironi, Cesare Pietroiusti (sono state 230 le idee dei visitatori offerte in cambio di un’opera tra quelle esposte) e Nico Vascellari.

Quasi 1.000 tra bambini, ragazzi e adulti si sono cimentati con i laboratori didattici – per la prima volta ad Arte Fiera – micro//macro, legati al tema “Arte e Scienza” della Fondazione Golinelli, nell’ambito del progetto dedicato al ruolo formativo dell’arte per i più giovani. Seguitissimi i talk affidati alla rivista Flash Art, “content partner” di Arte Fiera.
A chiudere il rinnovato public program un inedito Centro Servizi che ha ospitato Hic et Nunc, una
lounge creata dall’artista Flavio Favelli.

Tags: Arte

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]