Radio Città Fujiko»Notizie

Esiste un'alternativa alla disgregazione europea e dello Stato-nazione

I movimenti centrifughi che colpiscono l'Europa e una possibile soluzione.


di Alessandro Canella
Categorie: Politica
EuropaPezzi.png

Fenomeni come Brexit, indipendenza catalana, avanzata dei partiti nazionalisti e xenofobi, fino ai referendum sull’autonomia in Lombardia e Veneto sono molto diversi, ma assimilabili in una cornice comune: la disgregazione europea e la crisi dello Stato nazione. Alla scelta binaria tra egoismi fiscali alla Zaia e carenza di democrazia europea, secondo Lorenzo Marsili di Diem25, c'è una possibile alternativa: un terzo spazio che riconcepisce i modelli politici.

Da qualche anno l'Europa sembra soggetta a movimenti centrifughi, che colpiscono tanto l'Ue quanto i singoli Stati. Dalla Brexit all'indipendenza scozzese, da quella catalana all'avanzata dei partiti nazionalisti e xenofobi, fino ai referendum di ieri sull'autonomia lombarda e veneta, in molti luoghi del Vecchio Continente sembrano nascere e crescere pulsioni isolazioniste, secessioniste e autonomiste.
Anche se ciascuna manifestazione ha una storia e caratteristiche che la differenzia, anche profondamente, dalle altre (difficile infatti paragonare la questione catalana all'egoismo fiscale veneto), i vari fenomeni sono assimilabili in una cornice comune, che ci parla della disgregazione europea e della crisi dello Stato-nazione.

Secondo Lorenzo Marsili, giornalista, fondatore e direttore di European Alternatives ed esponente di Diem25, il movimento europeo che vede tra i suoi volti noti l'ex-ministro greco Yanis Varoufakis, stiamo assistendo ad un effetto specchio: l'incapacità di governare i grandi processi di globalizzazione porta a manifestazioni di nazionalismo, ma gli stessi Stati nazionali sono distanti dal gantire democrazia, eguaglianza e giustizia.
Ecco dunque che si manifesta una sorta di rinculo regionale, attraverso il quale si senta di riprodurre, in piccolo, nuove nazioni.

Da un lato, questi processi sono preoccupanti, perché non si recupera sovranità andando su scala sempre inferiore, ma agendo a tutti i livelli disponibili: locale, nazionale ed europeo. Dall'altro, però, la richiesta di una maggiore sovranità di prossimità è giusta e, se intepretata correttamente, può fornire uno sbocco al pantano nel quale ci troviamo.
La tesi di Marsili, dunque, è che occorra riconcepire i concetti di Stato-nazione e di divisione di competenze in un'ottica multi-livello: la perdita di sovranità e di controllo non si recupera trincerandosi in confini nazionali, ma costruendo una democrazia transnazionale.

In altre parole, la risposta non può essere quella fornita dal governatore veneto Luca Zaia, che oggi, all'indomani del referendum sull'autonomia, svela il suo unico intento: tenere in Veneto le tasse dei veneti, facendo cadere quei meccanismi di solidarietà territoriale e puntando sull'egoismo fiscale nella convinzione di matrice razzistica che conferisce al nord presunte capacità assenti altrove.
"Occorre cambiare i meccanismi di politica economica - sottolinea Marsili - non trincerarsi nell'egoismo che impoverisce".

Si tratta dunque di immaginare quello che Marsili e Varoufakis hanno definito in un loro recente libro il terzo spazio. "Non dobbiamo rassegnarci alla falsa scelta binaria fra lo status quo di un'Europa priva di democrazia o il ritorno a una finta sovranità nazionale, fatta di povertà e xenofobia - spiega il fondatore di European Alternatives - ma sapere che esiste una possibile riconfigurazione del modello politico e democratico, fatto di un'Europa politica su cui riprendere il controllo attraverso la partecipazione cittadina e maggiore protagonismo di prossimità su piccola scala".
Quello che insomma sarebbe un recupero di democrazia a tutti i livelli.

ASCOLTA L'INTERVISTA A LORENZO MARSILI:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]