Radio Città Fujiko»Notizie

Emilia, Sinistra Italiana parte da acqua e scuola pubbliche

Il nuovo gruppo assembleare di SI delinea il programma e apre a collaborazioni con i fuoriusciti dal PD


di redazione
Categorie: Politica
SINISTRA-ITALIANA-facebook-600x300.jpg

I consiglieri regionali Igor Taruffi e Yuri Torri, che hanno costituito il nuovo Gruppo Assembleare di Sinistra Italiana in Emilia Romagna, hanno le idee chiare su quali saranno i loro obiettivi. Si riparte dall'acqua pubblica e dalla revisione dei finanziamenti alle scuole private, mentre continua l'impegno su trasporti, consumo del suolo pubblico e gestione della rete ospedaliera.

Igor Taruffi e Yuri Torri, eletti in consiglio regionale Emilia Romagna con Sel, hanno costituito il nuovo gruppo assembleare di Sinistra Italiana in regione. Diverso il percorso seguito da Massimo Mezzetti, assessore regionale di Sel, che ha deciso di non seguire la linea ufficiale del suo partito e di non confluire quindi in Sinistra Italiana. "Poichè Mezzetti non ha aderito a SI -spiega Taruffi - in questo momento non siamo in giunta. Non chiediamo di avere assessori, nè che venga rimosso o sostiutuito Mezzetti. Chiediamo provvedimenti concreti che vadano nella direzione di migliorare il trasporto pubblico e la sanità pubblica, e di modificare la discussione sulla legge urbanistica introducendo realmente il consumo 0 del suolo".

Se da una parte quindi il nuovo gruppo di SI procederà convintamente sui temi già in discussione in Assemblea legislativa, Taruffi e Torri sono intenzionati a riportare all'ordine del giorno anche altre proposte. "Chiediamo di riaprire la discussione sulla ri-pubblicizzazione del servizio idrico - chiarisce Taruffi - proposta che avevamo già avanzato lo scorso anno, e di ridiscutere la legge che concede i finanziamenti alle scuole private, perchè riteniamo che il sistema pubblico possa e debba dare risposte diverse".

Per quanto riguarda il posizionamento del gruppo rispetto alla maggioranza, a determinarlo di volta in volta saranno le scelte della Giunta e del Partito Democratico. "Anche dentro il PD stanno succedendo molte cose - sottolinea Taruffi - alcuni consiglieri sono usciti o sono in procinto di farlo, e con loro intendiamo aprire una collaborazione proficua e fattiva. Vogliamo farlo su temi concreti, come ad esempio le campagne referendarie in sostegno ai quesiti posti dalla Cgil. Su questi temi ricerchiamo la più ampia collaborazione possibile con tutti quelli che intendono modificare le politiche messe in atto dal Governo Renzi in questi anni".

Anna Uras


Ascolta le parole di Igor Taruffi

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]