Radio Città Fujiko»Notizie

15 divieti di dimora per gli scontri di maggio in Piazza Verdi

La misura cautelare notificata ad esponenti di Cua, Asia-Usb e Tpo


di redazione
Categorie: Movimento
8856864225_5f2044b1c8_z.jpg
Foto: Radio Città del Capo

Il provvedimento  è stato emesso dal gip Bruno Perla, su richiesta del pm Antonello Gustapane. La misura si riferisce agli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine, verificatisi in due occasioni nel maggio scorso in Piazza Verdi.

Questa mattina sono stati notificati 15 divieti di dimora a 12 esponenti dei movimenti bolognesi. Il provvedimento restrittivo fa seguito agli scontri del 23 e 27 maggio 2013 in piazza Verdi, tra attivisti e forze dell'ordine. Per tre dei destinatari del provvedimento restrittivo, il divieto di dimora è duplice, essendo i tre presenti in entrambe le occasioni.

Tra i destinatari del divieto di dimora anche Pietro Simbola, detto "Giorgio" sindacalista di Asia-Usb, impegnato nel movimento per il diritto alla casa, e protagonista di alcune occupazioni a scopo abitativo.

Immediata è arrivata la condanna dei movimenti, contro quella che è stata definita come un tentativo di "repressione del dissenso", e incapacità di rispondere ai bisogni reali della città.

L' Unione Sindacale di Base ha indetto un presidio e una conferenza stampa davanti alla Prefettura per le ore 17.00, per protestare contro i provvedimenti repressivi e per il rilancio delle lotte sociali.

"Siamo di fronte ad una repressione delle lotte sociali, ma sarebbe più corretto dire che siamo di fronte ad una repressione preventiva. Si cerca di sminuire o bloccare la portata delle iniziative sul fronte delle lotte sociali, ma non ci fermeranno.La risposta migliore sarà quello di continuare la nostra lotta anche su questo terreno" dice Massimo Betti, dell'Usb.

" Tutto questo ha per noi il sapore del provvedimento politico repressivo. Ci sembra anche -continua Betti- che siamo di fronte ad una repressione su scala nazionale a scacchiera. Proprio ieri sono stati scarcerati deigli attivisti romani della lotta per il diritti sociali" che avevano organizzato la manifestazione del 19 ottobre..


Ascolta l'intervista a Massimo Betti

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]