Radio Città Fujiko»Notizie

Diario dei veri deliri

La rubrica del Comitato Articolo 33, promotore del referendum sui finanziamenti alle materne private.


di redazione
Categorie: Istruzione
foto-roberto.jpg

Eccezionalmente di martedì (causa Pasquetta), torna la rubrica "Diario di scuola" del Comitato Articolo 33, promotore del referendum (che si voterà il 26 maggio) sui finanziamenti alle materne private. In questa puntata Roberto Grendene dell'Uaar analizza i veri deliri attorno al referendum.

ASCOLTA L'AUDIODIARIO IN CODA ALL'ARTICOLO

Caro diario,
il sindaco Virginio Merola ha definito «un delirio» il referendum che il 26 maggio chiamerà i cittadini bolognesi a esprimersi sui finanziamenti comunali alle scuole private paritarie in quanto «per parlare di un milione di euro di soldi pubblici che vanno alle scuole materne private se ne fanno spendere 500.000». Un attacco gratuito all’istituto democratico del referendum e ai 13.000 cittadini bolognesi che l’hanno sostenuto. E pure una certa dose di maleducazione. Vorrei però lasciare da parte l’arroganza di chi vorrebbe governare senza confrontarsi con gli elettori e andare a dire la mia su una serie di situazioni, quelle sì, davvero deliranti.

Delirante è rispondere «non c’è più posto» alle famiglie che vogliono iscrivere i figli alla scuola statale o comunale (dunque pubblica, laica e gratuita), in quanto la loro richiesta è un diritto costituzionale.
Delirante è l’unica alternativa concreta che si offre loro, ossia l’iscrizione a scuole private cattoliche alle quali il Comune versa oltre un milione di euro l’anno per precisa scelta politica, non essendo obbligato da alcuna legge.

CONTINUA A LEGGERE 


Ascolta l'audiodiario

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]