Radio Città Fujiko»Eventi

Di qua e al di là del mare, l’accoglienza spiegata ai bambini

Poesie, giochi da tavola e laboratori di cucito: 15 giorni di eventi a Castel Maggiore per superare l’odio


di redazione
Categorie: Migranti, Cultura
53071400_576988136099305_1198926866409324544_o.jpg

In un clima politico e sociale dove razzismo e intolleranza vengono costantemente giustificati se non incentivati, anche ai più piccoli servono strumenti per difendersi dall’odio. E proprio in quest’ottica nasce la rassegna di eventi organizzata dalla libreria Lèggere Leggére che con giochi, poesie e momenti di socialità propone “quindici giorni di incontri per parlare con adulti e bambini di Noi, di Loro e del mare che ci unisce”. Ne abbiamo parlato con l’organizzatrice Chiara Basile

Due settimane di eventi dedicati a ragazzi, adulti e bambini di tutte le età per affrontare tematiche  complesse ma sempre più all’ordine del giorno come le differenze e il razzismo con la necessaria leggerezza. Nell’arco di tre weekend la libreria Lèggere Leggére ospiterà diversi eventi e laboratori riuniti sotto il titolo Di qua e al di là del mare, dal titolo dell’opera di Carlo Marconi che verrà presentata il 29 marzo in compagnia dell’autore.

ASCOLTA L'INTERVISTA A CARLO MARCONI:

"La rassegna nasce da una nostra esigenza -racconta l'organizzatrice Chiara Basile - l'esigenza proprio di parlare di migrazioni, di rapporto con l'altro, con lo straniero, in questo preciso momento storico. Nasce anche dall'occasione di aver invitato l'autore appunto del libro che dà il nome alla rassegna. Carlo Marconi è un maestro elementare di Pavia e lui si è dato subito disponibile a venire. E attorno al suo intervento ci è piaciuto costruire un insieme di proposte che potessero cogliere anche diverse fasce d'età, anche gli adulti o i bambini più piccoli, su questo tema".

Il ciclo di eventi si aprirà infatti il 22 marzo, con un incontro dedicato a ragazzi e adulti il cui titolo, “Strategie per contrastare l’odio”, offre una lettura chiara di quello che sarà lo scopo dell’intera rassegna. Alla discussione a cura di Beniamino Sidoti seguirà un momento di gioco con Insoliti Sospetti, un gioco investigativo impostato in modo simile al famoso “Indovina chi” ma il cui scopo è proprio quello di mettere a nudo i pregiudizi.

A questa prima serata seguiranno altri eventi, tutti sviluppati intorno al filo conduttore di un’idea di mondo in cui il Mediterraneo piuttosto che essere una barriera diventa uno spazio condiviso e ragione di unione. Le serate quindi, che si concluderanno con il laboratorio di cucito il 6 aprile, hanno proprio lo scopo di costruire una narrazione e una consapevolezza diversa rispetto a quella di odio e diffidenza che sembra diventare sempre più maggioritaria.

Qui le indicazioni sul programma della rassegna:


ASCOLTA LE PAROLE DI CHIARA BASILE:


Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]