Radio Città Fujiko»Notizie

Convertiti e ritardatari, l'Italia commenta la vittoria di Syriza

Le reazioni in Italia alla vittoria della sinistra greca.


di Alessandro Canella
Categorie: Politica
Migliore.jpg

L'ex ufficio stampa web dell'Altra Europa con Tsipras ha raccolto le dichiarazioni di politici e giornalisti italiani che hanno commentato la vittoria di Syriza in Grecia. Dal deputato che uscì da Sel proprio contro il sostegno a Tsipras, che ora canta vittoria, ai colonnelli del Pd che cercano di assimilare il leader greco a Renzi. Vago: "A parte l'età e le camicie bianche, Renzi e Tsipras non hanno nulla in comune".

Siamo sicuri che lo sport nazionale italiano sia il calcio e non sia, invece, il salto sul carro del vincitore, specie se quest'ultimo si trova fuori dai confini nazionali? Il dubbio è fondato se si guardano, ad esempio, i commenti di politici e giornalisti italiani alla vittoria di Syriza, il partito di Alexis Tsipras, alle elezioni politiche in Grecia di ieri.
L'ex ufficio stampa web dell'Altra Europa con Tsipras si è divertito a raccogliere le reazioni dall'Italia alle elezioni elleniche e il risultato va "dall'assurdo all'atroce".

Ai nostri microfoni è Claudia Vago, che per le elezioni europee del 25 maggio scorso curava proprio la campagna elettorale online del partito che faceva riferimento al leader greco, a raccontare le reazioni in Italia.
"Abbiamo scoperto dei grandi sostenitori di Tsipras, ma con nove mesi di ritardo - racconta Vago - Magari lo si sarebbe potuto sostenere il 25 maggio alle europee invece che aspettare il 25 gennaio".
Le fa eco Chiara Baldi, anche lei nello staff dell'Altra Europa, che su Facebook ricorda: "A Renzi e a tutti i renziani che oggi tifano per Alexis Tsipras vorrei ricordare sommessamente che potevano sostenerlo già alle Europee 2014, invece di stare con Martin Schulz".

Ed è su questo tema si registra il commento più tragicomico, quello di Gennaro Migliore, ex deputato di Sel, che uscì in polemica dal partito per confluire nel Pd proprio perché in contrasto con l'appoggio dei vendoliani a Tsipras per la candidatura alla presidenza della commissione europea.
Ieri, invece, Migliore su Twitter ha scritto: "Mi piace, mi piace! L'Europa può cambiare con #Tsipras".


Il trasformismo, però, non si limita a casi isolati di fuoriusciti della sinistra. Anche l'establishment renziano pare essersi accorto ora di Syriza.
Una volto importante, quello di Debora Serracchiani, ieri si è espresso in questo modo: "Tsipras consolidi il lavoro di Renzi in Ue, congratulazioni per una vittoria netta".

In realtà quello della Serracchiani non è il primo (e purtroppo immaginiamo non sarà l'ultimo) tentativo di assimilare Alexis Tsipras a Matteo Renzi. Alcune testate, nei giorni scorsi, hanno interpretato una dichiarazione del leader greco, che affermava come Matteo Renzi sarà un suo interlocutore, come una sorta di affiliazione.
"Mi viene da chiedere cosa hanno capito nel Pd di Syriza e di Tsipras - commenta Vago - Nel Pd rivendicano con orgolio di applicare alla lettera la lettera della Bce al governo Berlusconi (quella che diede il via alle politiche di austerity anche in Italia ndr), mentre Tsipras vuole rinegoziare il debito e si oppone fermamente all'austerity".
"A parte il dato anagrafico e le camicie bianche - continua Vago - Renzi e Tsipras non hanno nulla in comune".

Non è facile dire se il tentativo in corso è quello di ricondurre Syriza ad un atteggiamento più moderato nei confronti dell'Europa, ma di sicuro quello che politici e giornalisti italiani stanno già facendo è di sperare nel naufragio del progetto politico di Syriza.
Un modo per farlo è quello di minimizzare o ricondurre il tutto ad un dato di realismo, secondo il quale Tsipras non riuscirà mai a fare tutto ciò che ha promesso. A sintetizzare bene questa posizione è questo tweet:


Ascolta le parole di Claudia Vago

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]