Radio Città Fujiko»Contatti

Chi siamo



di Filippo Piredda
rivoluzione.jpg

Radiocittafujiko ha iniziato ufficialmente le sue trasmissioni con la nuova denominazione sulla storica frequenza dei 103.100 Mhz in modulazione di frequenza nel mese di Ottobre 2004. Dall'ottobre 2004, prendono il via ufficialmente le prove tecniche di fusione, in diretta dagli studi di via Masi 2.

La Cooperativa L'Informazione Nuova, storico editore di Radio Città, poi Radio Città 103, e l'associazione Radio Fujiko, dopo un confronto aperto nella tarda primavera del 2004 e durato oltre tre mesi, che faceva comunque seguito a una pluriennale e sempre positiva serie di collaborazioni in etere e non in un primo momento spontanee poi via via sempre più strutturate, hanno deciso di operare una vera e propria fusione, dando vita alla nuova radiocittafujiko.

radiocittafujiko eredita in toto la storia delle due emittenti. Fosse una società sportiva, ne erediterebbe la bacheca dei trofei. Ci piace ricordare che radiocittafujiko rappresenta la più longeva esperienza di radio libera a livello cittadino, l'unica che abbia trasmesso ininterrottamente sulla stessa frequenza, con lo stesso numero di telefono e con la stessa testata registrata al tribunale dagli anni '70 senza soluzione di continuità. Fondati nel 1976, compiamo 30 anni nel 2006, come nel 2001 festeggiammo il nostro quarto di secolo. radiocittafujikointende proporsi per riempire uno spazio fatto di proposte musicali e culturali, politiche e sociali, un'espressione di libertà, autonomia, diffusione artistica e culturale e servizio attivo per il cittadino. Riteniamo che l'esperienza della radio comunitaria intesa anche come luogo di partecipazione sociale vada rilanciata e difesa. radiocittafujiko deve essere, realizzare, installare e fare funzionare nello stesso tempo:

  • Una radio comunitaria che utilizzi tempi e linguaggi radiofonici contemporanei;
  • Un centro di produzione audio che sperimenti nuove tecnologie collaborando con soggetti pubblici e privati.
  • Una scelta musicale che risponda alle esigenze di quell'ampia fetta di pubblico altrimenti non soddisfatta dalle altre emittenti radiotelevisive locali e nazionali;
  • Un'emittente che dia voce e faccia da collante ad un network non formalizzato di associazioni e alla pluralità di centri di aggregazione sociali, politici e culturali esistenti a Bologna;
  • Un soggetto che si propone di interagire con le controparti politiche e istituzionali con lo scopo di fare da cinghia di trasmissione di istanze, volano di idee, fucina di proposte.
  • Un centro di produzione culturale e informativa che acceda a bandi e finanziamenti pubblici e privati e riesca a reperire e a mettere in circolo risorse nella più assoluta trasparenza politica e amministrativa.
  • Una fonte d'informazione dotata di autorevolezza per la sua capacità di fare selezione delle notizie, pur nella sintesi necessaria all'interno di un flusso di programmazione che ospiterà format musicali e di intrattenimento oltre all'informazione tout court.
  • Uno spazio fisico e virtuale plurale, che rinunci alla tentazione di essere un fortino arroccato o una radio di bandiera, e si presenti come un luogo di incontro, di confronto, di discussione e di agire comune, inclusiva di identità, sensibilità e idee diverse, per quanto unite da un'etica e da un sistema di valori comune.
  • La costruzione o meglio la ri-costruzione, con il linguaggio e il brand della radio, di un senso e di un'identità comune di una vasta comunità di persone che per stile di vita, consumi culturali e sensibilità politica rappresentano un bacino sociale difficilmente raggiungibile dalle forme più tradizionali di organizzazione politica e sociale.

Questi i nostri obiettivi nell'unire le nostre storie e la nostra azione, nel portare in dote i 28 anni di Radio Città poi Radio Città 103, i 4 anni di Radio Fujiko, i nostri nomi e i nostri simboli. Restiamo un progetto di comunicazione che non dimentica di essere innanzitutto una Radio, ma che ha scelto di fare radio con la consapevolezza di utilizzare uno straordinario medium: la radio crea e rafforza negli ascoltatori più assidui il senso di appartenenza, entità, legame sociale, comunità, che innesca meccanismi di partecipazione, che crea informazione oltre che darla, utile nel seminare dubbi ed innescare meccanismi di partecipazione attiva del cittadino-ascoltatore.

radiocittafujiko sceglie di proporsi come radio di flusso, con un parlato veloce, ritmato, che fornisce informazione non solo negli spazi istituzionali, ma lungo tutto il corso della conduzione. Una radio principalmente musicale, con la consapevolezza che le scelte musicali non sono anonime né indifferenti al messaggio che si vuole dare.

Una radio con la prospettiva di rappresentare, con le proprie idee e energie, una straordinaria opportunità per la comunicazione indipendente a Bologna.

spegni-la-tv.gif senza-capi.gif posto-per-due.gif
necessario.gif inestinguibili.gif cazzose-la-perdevo-che-pacc.jpg imparalarte.gif
glasnost.gif siempre.gif 156.jpg ficjap.jpg
lontano.gif 16.jpg rompiscatole.gif situsi.jpg
attrraente.gif 28.jpg 28.gif 19.jpg

Ora in onda

La pagina delle notizie dall'Italia e dal Mondo. A seguire la pagina degli appuntamenti in città

Palinsesto

Lunedì | Martedì | Mercoledì | Giovedì | Venerdì | Sabato | Domenica

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]