Radio Città Fujiko»Notizie

Col Ttip lo scandalo Volkswagen potrebbe diventare la norma

La rete Stop Ttip Italia mette in guardia dai rischi del trattato internazionale.


di Alessandro Canella
Categorie: Ambiente
volkswagen-535x300.jpg

Mentre la Volkswagen annuncia che richiamerà in officina 11 milioni di auto per sostituire il software che taroccava le emissioni, la campagna Stop Ttip Italia mette in guardia sui rischi connessi al trattato sul commercio tra Europa e Stati Uniti. Con l'armonizzazione degli standard, uno scandalo analogo a quello che ha investito la casa automobilistica tedesca potrebbe non emergere mai.

Lo scandalo Volkswagen sulle emissioni? Col Ttip potrebbe diventare la norma. La denuncia arriva dalla campagna Stop Ttip Italia, che si oppone al trattato sul commercio tra Stati Uniti ed Europa. Un trattato per il quale sono stati già lanciati numerosi allarmi, a cui se ne aggiunge uno dopo la vicenda che ha investito la casa automobilistica tedesca, al centro della bufera per il software che taroccava i dati sulle emissioni inquinanti, presente su almeno 11 milioni di autovetture diesel.

A spiegare in cosa consiste il rischio è Elena Mazzoni, portavoce della campagna: "Lo scandalo Volkwagen è emerso perché gli standard di controllo statunitensi sono più elevati di quelli europei e dunque hanno rilevato il problema. Uno dei punti del trattato, però, prevede l'armonizzazione degli standard tra Europa e Stati Uniti e il rischio concreto è che si abbassi il livello qualitativo degli standard".

Ciò è vero anche per un'altra questione, sempre legata al settore automobilistico. Se negli States i controlli sulle emissioni sono più severi che in Europa, al contrario le automobili a stelle e strisce sono meno sicure di quelle del Vecchio Continente , come ha dimostrato anche una ricerca del Transportation Research Institute dell’Università del Michigan. La ragione? I crash-test americani sono più blandi di quelli europei. Il rischio, dunque, è che ci troviamo a guidare auto sempre meno sicure.

Contro questo e altri rischi connessi al trattato, la campagna Stop Ttip ha lanciato una settimana internazionale di mobilitazione che si svolgerà dal 10 al 17 ottobre.


Ascolta l'intervista ad Elena Mazzoni

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]