Radio Città Fujiko»Notizie

Coalizione Civica in piazza contro Salvini: "sfregio alla Resistenza"

Anche Coalizione civica, sabato e domenica, manifesterà contro l'arrivo dei leghisti sotto le Due Torri.


di Andrea Perolino
Categorie: Movimento, Politica
160623470-f2b9ef81-2715-4f84-ab42-a3cd8ae3bb69.jpg

"Una grave offesa recata alla nostra città, medaglia d’oro della Resistenza": Coalizione Civica esprime così la sua indignazione per la manifestazione di domenica 8 novembre, quando Piazza Maggiore sarà teatro di Matteo Salvini e della Lega Nord, insieme ai neofascisti di Casapound.

Si fa sempre più ampio il fronte delle realtà politiche e sociali che si prepara a manifestare contro l'arrivo di Matteo Salvini a Bologna, domenica 8 novembre. I volantini e i murales sulle strade e i portici della città lo testimoniano. Anche la Coalizione Civica, la lista lanciata qualche mese fa da Mauro Zani, sarà in piazza a esprimere la propria indignazione per quella che definisce "un'offesa a Bologna medaglia d'oro della Resistenza". La manifestazione leghista, accompagnata dai neofascisti di Casapound, si svolgerà appena un giorno dopo le celebrazioni del 71^ anniversario della epica battaglia Partigiana di Porta Lame. Ecco dunque perché "quel raduno è uno sfregio alla nostra memoria - spiega il portavoce Andrea Avantaggiato - Saremo in piazza sabato 7 novembre con l'Anpi, lì c'è la nostra storia e le nostre radici, e vorremmo ci fosse anche il nostro futuro".

Il 7 novembre è infatti il giorno in cui l'Anpi di Bologna celebra l'anniversario dell'eroica battaglia. Al fianco di partigiani e antifascisti ci sarà anche la Coalizione Civica, "ma anche il giorno dopo, domenica 8 novembre, saremo assieme ai cittadini bolognesi decisi ad affermare, pacificamente e democraticamente, che in una città libera e dalla grande memoria antifascista non possono esistere spazi per neofascisti, xenofobi e per chi fomenta la guerra tra poveri e fragili, tra miseri e immiseriti, solo per difendere gli interessi dei ricchi e dei prepotenti". A Bologna "non ci può essere spazio per le camicie verdi e brune della Lega Nord e di Casapound", ed è "inaccettabile che le istituzioni abbiano concesso a neofascisti e seminatori di odio di riunirsi proprio in un giorno così importante", sottolinea Avantaggiato.

L'invito finale alle istituzioni è quello di "vigilare e adoperarsi per evitare provocazioni e incidenti": questo perché "tutto il nostro dissenso e il nostro fastidio dovrà essere pacifico e democratico, non c'è nessuno spazio per scontri e disordini - chiarisce il portavoce della Coalizione Civica - Sarà una grande riscossa della Bologna democratica e partigiana contro questi neofascisti".


Ascolta l'intervista a Andrea Avantaggiato

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]