Radio Città Fujiko»LastMinute

#CinemaDays, i cinema tentano il rilancio

Da oggi a giovedì cinema a 3 euro. Un corto vuole valorizzare le sale del centro.


di redazione
CinemaDays.png

#CinemaDays e "Chi ama il cinema brilla di una luce diversa". I cinema di Bologna tentano il rilancio, cercando di contrastare la concorrenza spietata del web. Fino a giovedì film a 3 euro e un cortometraggio che valorizza le sale del centro storico. GUARDA IL VIDEO.

Ha inizio oggi sull'intero territorio nazionale “Cinema Days”: l'iniziativa - patrocinata da Anec, Anica e Anem, con Unicredit come main sponsor - che prevede quattro giorni di proiezioni a 3 euro e mira a incentivare massivamente l'afflusso nei cinema.
Sul territorio bolognese, da sempre sensibilissimo alla cultura cinematografica, questo progetto assume una connotazione ulteriore, con un'operazione di recupero delle sale storiche del centro.
In occasione della festival del cinema verrà infatti proiettato il cortometraggio “Chi ama il cinema brilla di una luce diversa”.
Il video d'animazione, prodotto da Kilowatt e Seiperdue, è stato commissionato dalla Cineteca di Bologna e realizzato da Gregorio De Lauretis (illustratore) e Jan Maio (sound designer). Lo scopo è ripercorrere l'iter storico dei cinema del centro in modo nuovo e frizzante, in linea con la campagna di recupero voluta appunto da Anec e Comune di Bologna.

GUARDA IL TEASER:


“Quella di oggi è una situazione complessa - ci spiega Claudio Reginelli, segretario di Anec Emilia Romagna - Ad essere in declino non sono i film, come pensano alcuni, ma le modalità di fruizione tradizionali. Oggi non sono tanto i multiplex, che offrono servizi aggiuntivi e un ampio margine di scelta, a mettere in pericolo l'antica egemonia delle sale storiche. È piuttosto il consumo sul web, che nella quasi totalità dei casi avviene illegalmente tramite sistemi di pirateria, a catalizzare le attenzioni un tempo rivolte ai luoghi classici".
Luoghi classici sul cui destino Romanelli si dice, però, ottimista: “Ritengo che le sale storiche siano, comunque, lungi dal tramontare, soprattutto perché, aldilà del fascino, esse spesso programmano una filmografia più curata sul piano qualitativo, che difficilmente può reperirsi altrove. E sono tanto più importanti quanto più si trovano in un contesto come quello bolognese: il pubblico locale è un pubblico particolarmente ricettivo, dalla cinefilia spesso appassionata.”

Tante occasioni, dunque, per riscoprire la bellezza di quello schermo bianco nel buio prezioso della sala. D'altra parte, come recita il teaser di “Chi ama il cinema brilla di una luce diversa”: voi l'avete mai visto un buio che fa una luce così?

Mariachiara Lobefaro


Ascolta l'intervista a Claudio Reginelli

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]