Radio Città Fujiko»Notizie

Caso Aldrovandi: carcere per tre poliziotti

Tre dei quattro poliziotti condannati per l'omicidio colposo di Federico Aldrovandi sconteranno in carcere la pena.


di redazione
Categorie: Società, Carcere
ciao-federico.jpg

Condannati al carcere per la morte di Aldrovandi alla pena residua di sei mesi. Così ha deciso il Tribunale di sorveglianza di Bologna, che ha respinto la richiesta di domiciliari o affidamento ai servizi sociali e ha aggiunto tra le motivazioni la violazione dei protocolli di intervento e la mancanza di pentimento.

La difesa aveva chiesto l'affidamento ai servizi sociali o, in subordine, i domiciliari. All'appello manca un agente, Enzo Pontiani, che verrà giudicato a Febbraio. Intanto Paolo Forlani, Monica Segatto e Luca Pollastri, che erano stati condannati definitivamente per omicidio colposo in giugno, adesso dovranno scontare un pena di sei mesi residuali di carcere.

Il giudice Francesco Maisto ha respinto il ricorso degli avvocati che chiedevano l'affidamento in prova ai servizi sociali per il periodo di sei mesi. Gli avvocati in subordine chiedevano gli arresti domiciliari ma anche questa richiesta è stata respinta, mentre è stata accolta la richiesta del procuratore generale Miranda Bambace che in requisitoria ha chiesto la pena massima.

Scontando la pena carceraria gli agenti saranno sospesi dalla Polizia. Una delle motivazioni della decisione sta nella considerazione che nell'intervento per bloccare Federico Aldrovandi gli agenti hanno violato una serie di protocolli di intervento, compreso il fatto che non era previsto in un caso del genere l'uso degli sfollagente che invece sono stati impiegati fino a spezzarli. Inoltre, sempre secondo le motivazioni, mai i poliziotti hanno dimostrato pentimento per la morte del giovane e nella requisitoria del procuratore generale è stata riportata la cronologia degli atteggiamenti assunti da uno di essi, Forlani, che anche ha insultato recentemente la madre di Federico, Patrizia Moretti.

"Un po' di giustizia è stata fatta - commenta Moretti - subiranno questa pena dopo tutto quello che hanno fatto subire a noi". Ma la battaglia della famiglia prosegue e punta alla radiazione dei quattro agenti dalla polizia.


Ascolta l'intervista a Patrizia Moretti

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]