Radio Città Fujiko»Notizie

Casa, "Inizia una vera contrattazione sociale"

Questa mattina il tavolo tra prefettura, giunta e Social Log. Il collettivo: "Rivedere il protocollo antisfratto".


di Alessandro Albana
Categorie: Movimento, Casa
IMG_0020.JPG

Si è concluso nella tarda mattinata il tavolo interistituzionale tra prefettura, giunta e Social Log. Al centro dell'incontro le politiche dell'abitare sotto le Due Torri. "Si è fatto il punto sul protocollo firmato in precedenza", commenta Social Log a proposito delle misure antisfratto approvate da Palazzo d'Accursio nel 2011. Il collettivo ne chiede la revisione, ma esprime soddisfazione sull'apertura del tavolo: "Inizia ufficialmente una contrattazione sociale sul tema degli sfratti".

Dopo circa tre ore di incontro con prefettura e giunta comunale, l'impressione che emerge in Social Log è positiva ma disillusa. "Oggi ufficialmente inizia una vera contrattazione sociale sul tema degli sfratti", commenta Fulvio del collettivo per il diritto all'abitare. Un punto segnato che lascia però aperta la partita. Gli sfratti, continua infatti l'attivista, coinvolgono "almeno una famiglia ogni 319 nella nostra città. Con questo dato molto forte abbiamo avanzato quella che per noi è la soluzione decisiva e determinante: quella della moratoria agli sfratti". Una richiesta che rimane, aperta e a chiare lettere, sul tavolo.

Inevasa, eppure ancora al centro dell'incontro di questa mattina, è la richiesta di revisione del protocollo antisfratto siglato da Palazzo d'Accursio nel 2011. "Sia la giunta che la prefettura - rivela Fulvio - Hanno voluto fare il punto su quel protocollo. Ma noi, a partire dalla nostra esperienza, abbiamo voluto sollecitare una revisione del protocollo, in quanto i suoi effetti non sono quelli che avevano sperato".
Su quel protocollo, inteso come strumento per contrastare gli sfratti per morosità incolpevole (per mezzo di risarcimenti versati dal Comune ai locatori), Palazzo d'Accursio aveva fatto il punto esattamente un anno fa. "Dal 2011 - si legge sul sito del Comune - Il protocollo antisfratto ha portato nella sola città di Bologna a 130 accordi per un totale di 213mila euro di contributi in parte a fondo perduto in parte sotto forma di prestito. Complessivamente sul territorio metropolitano sono stati 192 gli accordi per un totale di 385mila euro di contributi".

Per Social Log, però, sono troppi i punti deboli del protocollo. Il bilancio tracciato dal collettivo è quindi tutt'altro che positivo: "I dati di applicazione del protocollo sono bassi rispetto agli sfratti che vengono eseguiti" e servono "più risorse per gli sfratti per morosità incolpevole. Se il tavolo di oggi "si è concluso con la necessità di aggiornare la contrattazione sociale", rivela Fulvio, da parte di Social Log rimane ferma la necessità di "riorganizzare completamente il protocollo". E se gli sfratti continueranno, assicurano dal collettivo, non c'è nessuna intenzione di rinunciare ai picchetti e alla resistenza.


Ascolta l'intervista a Fulvio di Social Log

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]