Radio Città Fujiko»Notizie

Casa: blitz di Social Log al quartiere Navile, occupata sede dei servizi sociali

"Sei famiglie a rischio sfratto per far speculare le Banche", il collettivo chiede conto a istituzioni e servizi sociali.


di redazione
Categorie: Casa
11221404_1185054754857096_5806920362595828851_n.jpg?oh=fe926c6d07e76ac20b816e16f2b8adae&oe=56C83F99
Il blitz negli uffici del quartiere Navile (Foto: Social Log)

Blitz di Social log, lo sportello per il diritto all'abitare, nella sede del Quartiere Navile. Il collettivo ha chiesto di parlare con i servizi sociali (dopo numerose richieste inascoltate) per avere risposte sulla situazione di sei famiglie che rischiano lo sfratto. Famiglie poi ricevute dal presidente del Navile Daniele Ara e dal responsabile dei servizi sociali, che hanno promesso di farsi carico della questione.

LEGGI ANCHE: Sgombero via Solferino, l'appello per Libero e la sua famiglia 

Nella giornata di oggi lo sportello per il diritto all'abitare Social Log e il Comitato inquilini resistenti si sono dati appuntamento presso la sede del quartiere Navile, chiedendo a gran voce di parlare con il responsabile per i servizi sociali. Un blitz preceduto da numerose richieste di incontro cadute nel vuoto, sottolinea il collettivo, che  ha così deciso di occupare gli uffici per un incontro immediato con gli assistenti sociali. Oggetto dell'iniziativa è la condizione di sei delle famiglie del Comitato, che "giovedì si dovranno confrontare con l'ottavo accesso dell'ufficiale giudiziario, senza mai aver avuto l'opportunità di un incontro con i servizi sociali in grado di proporre soluzioni concrete alla drammatica situazione dello sfratto".

Secondo Social Log, il quadro in cui si inserisce questa vicenda è chiaro, e la cornice è quella della speculazione immobiliare che si accompagna all'emergenza abitativa in città: "una cooperativa di costruttori, proprietaria dell'immobile, va in fallimento e fa entrare in gioco le banche come curatori fallimentari del proprio patrimonio, e sei famiglie sono costrette ad abbandonare le proprie case affinché queste possano essere messe in vendita e soddisfare il credito delle banche". Le famiglie a rischio sfratto sono "tutte in attesa di una casa popolare - sottolinea Fulvio di Social Log - e con lo sfratto perderebbero i punti per l'accesso. Abbiamo chiesto conto agli assistenti sociali della loro negligenza, dopo mesi di richieste cadute nel vuoto".

Dopo l'occupazione degli uffici qualcosa si è mosso. Il presidente del quartiere Navile Daniele Ara e il responsabile dei servizi sociali hanno ricevuto le famiglie e "hanno detto di voler prendersi in carico la situazione per trovare una soluzione positiva, per consentire alle famiglie di rientrare nel percorso di transizione verso la casa popolare. Se questa risposta non dovesse arrivare - avverte Fulvio - per noi la parola d'ordine sarà resistenza, per far sì che queste famiglie non debbano piegarsi al ricatto della speculazione immobiliare. L'esecuzione dello sfratto è a giorni, il legale della proprietà ci ha già fatto capire in altre occasioni che farà di tutto per fare sgomberare queste famiglie", conclude l'attivista.


Ascolta l'intervista a Fulvio

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]