Radio Città Fujiko»Notizie

Cannabis terapeutica in Consiglio regionale

Si vota anche in Emilia Romagna la proposta per l'utilizzo dei cannabinoidi a uso terapeutico.


di redazione
Categorie: Politica, Società
sacchetto_cannabis_296.jpg

Al voto in Consiglio regionale la proposta di legge per la legalizzazione dell'uso dei cannabinoidi a fini terapeutici. Grillini: "In alcuni casi sono insostituibili".

Dopo l'approvazione in Toscana, Liguria e Veneto, si vota anche in Emilia Romagna. La proposta di legge, intitolata "Modalità di erogazione dei farmaci e delle preparazioni galeniche a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche", propone l'uso dei derivati della cannabis a scopi curativi, sotto prescrizione sia del medico specialista sia del medico di base. Il tutto a carico del Servizio Sanitrio Regionale.

La possibilità di prescrizione di questi medicinali è già stata prevista da un decreto del 2007, emesso dall'allora Ministra della Salute Livia Turco, grazie al quale la proposta rientra oggi in materia di legislazione nazionale.

Il farmaco sarebbe quindi già prescrivibile da qualsiasi medico regionale, ma non è disponibile nelle farmacie e non è possibile la somministrazione domiciliare nei tempi richiesti da certe patologie gravi. L'approvazione, inoltre, consentirebbe ai malati e al servizio pubblico della Regione di non dipendere esclusivamente dalle importazioni per l'approvvigionamento della cannabis medicinale, di razionalizzare le spese e di ridurre i tempi d'attesa.

"Spero che oggi in Consiglio vada tutto liscio", commenta Franco Grillini, primo firmatario della proposta di legge. "C'è stata una campagna proibizionista della destra, assolutamente priva di fondamento, che, per motivi di principio assolutamente non condivisibili, voleva impedire l'uso terapeutico dei cannabinoidi. Alcuni sostengono che questa sia la strada maestra per la legalizzazione dell'uso degli stupefacenti, ma  l'efficacia terapeutica di questi medicinali è stata dimostrata scientificamente. In questo caso si dovrebbero muovere le stesse obiezioni contro gli oppiacei, dai quali si ricava anche l'eroina. Il fatto è che qui non si discute di droghe, si tratta di farmaci a tutti gli effetti", continua il consigliere regionale, ora esponente di Diritti e Libertà.

Il tema, in questo caso, scavalca le parti poitiche e i singoli partiti. "Stiamo dalla parte dei malati, ridiamo loro uno straccio di qualità della vita" conclude Grillini.

Giulia Maccaferri


Ascolta l'intervista a Franco Grilli di Diritti e Libertà

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]