Radio Città Fujiko»Notizie

100 candidati per la legge sulla bellezza

I risultati dell'appello di Legambiente ai candidati per le elezioni.


di Alessandro Canella
Categorie: Ambiente
images?q=tbn:ANd9GcTYFXAo2khclARgxyDEJgEjUnK7LdGkqOe0B5jJNEiEoJMmaIJfBw

Cento candidati, di cui 17 in Emilia Romagna, hanno sottoscritto l'appello di Legambiente per presentare durante la prossima legislatura una legge sulla bellezza. Vaghe invece le risposte alle 5 domande sui temi ambientali presentate dall'associazione ambientalista.

Dopo le numerose figure rappresentative del mondo della cultura, anche la politica raccoglie il messaggio lanciato da Legambiente secondo cui la bellezza è il motore del nostro sviluppo futuro. In tutta Italia sono infatti più di 100 i candidati alle prossime elezioni, in programma il 24 e 25 febbraio, che si impegneranno a portare nel prossimo Parlamento il disegno di legge sulla bellezza redatto dall’associazione ambientalista: di questi, ben 17 sono i candidati alla camera e al senato in Emilia-Romagna che supportano l’iniziativa.
Il testo, fa sapere l'associazione ambientalista, è stato sottoscritto anche da numerose personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, delle imprese e della scienza. Legambiente Emilia-Romagna s’impegnerà anche dopo la tornata elettorale per ricercare supporter nel mondo della politica da sommare a questi 17 candidati e ai 10 sindaci emiliano-romagnoli che hanno già fatto proprio il messaggio: “la bellezza è il nostro futuro”.

"Siamo fermamente convinti – dichiara Lorenzo Frattini di Legambiente Emilia-Romagna – che anche il rilancio dell’economia si otterrà soltanto puntando al ripristino dei fondi pubblici alla cultura, alla tutela delle aree protette, alla riqualificazione urbana e al risparmio energetico, tutte azioni che miglioreranno la qualità della vita, del benessere individuale e collettivo, specialmente in questa regione dove il patrimonio naturalistico, artistico, architettonico e culturale da cui partire è enorme".

Oltre all’adesione dei principali esponenti politici alla proposta di legge, l’associazione ambientalista nota il lieve aumento dei temi green nei programmi elettorali. E in pieno fermento elettorale Legambiente, insieme ad altre 6 associazioni ambientaliste (CAI, FAI, Federazione Pro Natura, Greenpeace Italia, ,Touring Club Italiano, WWF), trae le somme della  16 ore di maratona per 8 incontri con tutte le principali forze politiche di centro-sinistra, centro e centro-destra, in lizza nelle Elezioni 2013, alle quali è stato posto all’attenzione il documento di 80 proposte redatte dal cartello ambientalista: Elezioni nazionali 2013 - Agenda ambientalista per la Ri-Conversione ecologica del Belpaese.  

Vaghe, invece, le risposte alle 5 domande via Twitter che Legambiente ha rivolto ai candidati. 5 questioni declinate a livello regionale che riguardano il consumo di suolo, la qualità dell’aria, la strategia per il rilancio dell’economia attraverso le rinnovabili, le estrazioni di idrocarburi e i relativi problemi di subsidenza e infine la riqualificazione energetica e sismica dell’edilizia esistente.
"In alcuni casi non abbiamo ricevuto risposta - ammette Frattini - ma credo sia dovuto ad un problema tecnologico. In altri casi le risposte sono contraddistinte da un'eccessiva vaghezza".


Ascolta l'intervista a Lorenzo Frattini

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]