Radio Città Fujiko»Notizie

Camminare per un’altra Europa

L'iniziativa di Repubblica Nomade da Parigi a Berlino.


di redazione
Categorie: Politica
Schermata-2017-02-05-alle-12.55.02.png

Dal 21 maggio all'8 luglio un lungo cammino da Parigi a Berlino per promuovere un'Europa diversa, non in mano ai nazionalismi, ma nemmeno alla finanza. È il progetto di Repubblica Nomade, che dopo il primo cammino ne ha in mente altri, come quello da Atene a Bruxelles.

È stato presentato ieri “Stati Uniti d’Europa - da Parigi a Berlino ”, cammino fuori i confini nazionali e interamente europeo in programma dal 21 maggio all’8 luglio. Lungo più di 1000 km, il progetto in favore di un’Europa unita forte, libera e non ripiegata su logiche economiche, è promosso dall’associazione “Repubblica Nomade”, repubblica prefigurativa senza patria, movimento in cui il nomadismo diventa un nuovo modo di vivere e di stare al mondo. Un lungo cammino e un grande spostamento di corpi, passioni, disperazioni, desideri e sogni in favore di un’altra Europa lontana da aspetti feroci, razzisti e xenofobi.

Cominciato alcuni anni fa, quando un gruppo di donne e uomini hanno voluto sottrarsi al clima di ripiegamento esistenziale e di frustrazione, dominato dal lamento incattivito e inerte sull’esistente, il percorso di Repubblica Nomade vede quest’anno promuovere un grande spostamento collettivo su base radicalmente volontaria. Comunicare che le singole persone, come anche i popoli, possono rompere le strette pareti dove li si vorrebbe imprigionare: questo l’obiettivo che si pongono i partecipanti al cammino.

L'iniziativa chiama alla partecipazione quanti sono antagonisti di un’Europa fatta di cecità autodistruttive, falcidiata dalla crisi economica, disoccupazione e precariato giovanile, un’Europa che a causa di egoismi nazionali, tirannidi economiche e ingerenze di altri Stati rischia sempre più l’instabilità, dove si apriranno vuoti che verranno fatalmente riempiti dai populismi e che genereranno contese prima politiche e poi militari da evitare.

Il cammino vede coinvolte Parigi e Berlino, capitali europee di importanza rilevante, che verranno toccate anche per esprimere solidarietà e affetto ai loro abitanti, duramente colpiti e feriti dalle recenti stragi terroristiche.
La bussola del cammino sarà il Manifesto di Ventotene, scritto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, in cui si faceva un lucido bilancio del nostro continente messo in ginocchio da due devastanti guerre mondiali e si indicava il traguardo ambizioso di una federazione europea, degli Stati Uniti d’Europa, uno dei più decisivi contributi alle prime forme di aggregazione europea.

In previsione, inoltre, c'è un altro cammino interamente europeo: da Atene a Bruxelles, altre città simbolo dell'Europa di oggi.
"A situazioni esagerate riteniamo siano necessarie risposte e gesti che lo siano altrettanto - spiega Antonio Moresco, fondatore di Repubblica Nomade - Il nostro compito è prefigurare una diversa possibilità per l’intero pianeta sull’orlo di sempre nuove e più devastanti guerre per l’egemonia e il possesso delle sue ultime risorse".

Edoardo Martelli


Ascolta l'intervista ad Antonio Moresco
Tags: Sport, Diritti, Europa

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]