Radio Città Fujiko»Musica

Bunch of Kunst: il documentario sul duo punk Sleafords Mods

Bunch Of Kunst - film a Bologna


Il nuovo documentario di Christine Franz sbarca nei cinema.


di redazione
Categorie: Musica
15061.jpeg

Bunch Of Kunst - film a Bologna
ll film di Christine Franz testimonia il percorso dei Sleafords Mods, la band di Jason Williamson e Andrew Fearn, dai primi concerti fino alla notorietà raggiunta con dischi come Divide and exit, Key markets o l’ultimo English Tapas. L'intervista al regista.


Lunedì 18 febbraio presso il cinema Europa è stato proiettato il nuovo documentario di Christine Franz sui Sleafords Mods: Bunch of Kunst. Questa è stata la prima opera documentaristica della regista berlinese, che dopo un vivace primo incontro con la band nel 2014, ha deciso di girarne il documentario.

Il duo punk inglese formatosi nel 2007 a Notthingam, è stato definito  ''la band britannica più arrabiata'' dal Guardian e ''la più grande band rock'n roll del mondo'' da Iggy Pop.
I Sleaford Mods
si sono fatti conoscere per il loro stile musicale minimalista, mischiato ad una tendenza rap, mezzo idealè per raccontare una Gran Bretagna in piena crisi economica e sociale. Ed è proprio con la loro musica senza filtri, sprezzante, contraddistinta da un'ironia così tagliente da sconfinare spesso e volentieri in rabbioso e disperato sarcasmo, che sono riusciti a conquistare il pubblico.

Le canzoni dei Sleaford Mods dai testi brutalmente onesti, sono state descritte come esecuzioni dissacranti che toccano argomenti come la disoccupazione, la cultura pop, il capitalismo e la società moderna.
Non a caso l'ultimo EP racchiude temi che spaziano dalla vuota vanità dei colleghi che imperversano sui social network (in "Just Like We Do"), alla Brexit e "tutti quei vecchi che votano per la morte" (in "Dull"). Si parla del senso di appartenenza ad un mondo spazzato via da generazioni di "fat bastards" in "Carlton Touts", fino ad arrivare a paragonare la decadenza contemporanea con le catene di supermarket in "B.H.S.", il tutto viene accompagnato da un beat elettronico che strizza l'occhio alla techno.

Christine Franz li segue in un viaggio di due anni per tracciarne il successo. Il film documentario percorre l’ascesa della band, partendo dalle registrazioni in umidi studi malandati, dai concerti in sperduti pub fino ad arrivare ai giorni odierni. 

Qui potete trovare un estratto dell'intervista realizzata da Radio Pratello della regista Christine Franz:



realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]