Radio Città Fujiko»Notizie

Boschi: "Riforme vanno avanti, non cediamo a ostruzionismo"

Maria Elena Boschi, intervenuta alla Festa dell'Unità, difende le riforme avviate in Parlamento.


di redazione
Categorie: Politica
images?q=tbn:ANd9GcSScNXl-qmfmaGrVi0JFws4JPglMwoDXBKbqQGfCm2vs1AK1dmE4g

Ospite della Festa dell'Unità in corso a Bologna, la ministra per le Riforme Maria Elena Boschi ha parlato dei provvedimenti che il governo sta portando avanti in materia costituzionale.

Non ha portato novità rilevanti sul tema delle riforme la presenza al Parco Nord della ministra Maria Elena Boschi. Con il classico ottimismo di stampo renziano che la caratterizza, Boschi ha difeso il lavoro fatto dal governo e rivendicato la bontà dei provvedimenti di sua competenza, come la riforma del Senato e la legge elettorale. Il tutto nonostante la forte opposizione di una parte del Parlamento, inclusa la fronda di dissidenti dello stesso Partito Democratico. "Con questa riforma abbiamo avuto il merito di mettere chiarezza tra le competenze dello Stato e quelle delle Regioni. I punti fermi di questa riforma sicuramente non verranno rimessi in discussione alla Camera, il sistema del bicameralismo perfetto oggi è un unicum in Europa e va rivisto, questo è uno dei punti su cui siamo tutti d'accordo".

Ottenuto il via libera di Palazzo Madama, la riforma si appresta ora ad essere discussa a Montecitorio, dove è probabile verranno applicate alcune modifiche, come conferma la stessa Boschi: "ci saranno alcuni punti che ci siamo impegnati a rimettere in discussione alla Camera, come l'elezione del Presidente della Repubblica e la riforma del Titolo V". Lo stesso vale per l'Italicum, approvato in prima battuta alla Camera e ora all'esame del Senato: "La legge elettorale ha ancora dei punti aperti, come quello delle soglie e delle preferenze - fa sapere la ministra - Sappiamo che abbiamo un buon testo di partenza, votato alla Camera con un'ampia maggioranza e condiviso con una parte dell'opposizione. È una legge che consente di sapere chi vince le elezioni, e avere poi i numeri e la forza in Parlamento per governare. Rispetto al Porcellum garantisce un rapporto più diretto tra cittadini ed eletti, attraverso un sistema con collegi più piccoli e liste più corte".

"Non mi preoccupa l'eventuale dissenso, anche all'interno del nostro partito - scandisce ferma Boschi - Si può sempre confrontarsi, ma non è accettabile che i no di qualcuno blocchino un processo di riforma che il nostro Paese aspetta da 30 anni. Non cediamo né all'ostruzionismo né ai ricatti di chi vuol lasciare sempre le cose come sono".


Ascolta un estratto dell'intervento di Maria Elena Boschi

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]