Radio Città Fujiko»Notizie

Bologna è ancora gettonata dai migranti

La ricerca dell'Istituto Cattaneo sui migranti a Bologna e provincia.


di redazione
Categorie: Migranti
Giovanistranieri_fotodelCoordinamentomigrantiBologna.jpg

L'Istituto Cattaneo fa una fotografia dei migranti presenti a Bologna e provincia. La presenza è sopra la media nazionale, oltre la metà sono donne e giovani e si stabilizzano a Bologna e provincia per le condizioni di vita e di lavoro favorevoli. A Crevalcore il primato di stranieri residenti.

LEGGI ANCHE: Migranti: sempre meno scelgono l'Italia, ma fanno economia

La città di Bologna e la sua provincia continuano ad essere una meta privilegiata per gli stranieri, sensibilmente più di altri territori italiani. Dopo la flessione registrata nel 2013 e 2014, la presenza di migranti in città è tornata a crescere e stabilizzarsi. Lo certifica la ricerca "Il profilo socio-demografico dei cittadini stranieri nell'area metropolitana di Bologna" dell'Istituto Cattaneo, presentata contestualmente al "Dossier Immigrazione 2015".

Nell'Area Metropolitana di Bologna vivono oggi 116mila stranieri, pari all'11,5% della popolazione, mentre la media nazionale è poco superiore all'8%. Un picco si registra nel capoluogo, dove l'incidenza sale al 15%, con circa la metà dei migranti presenti su tutto il suolo provinciale. Il primato, però, non spetta a Bologna, ma a Crevalcore, dove la percentuale sulla popolazione residente è la più alta.
I migranti presenti sul nostro territorio sono soprattutto donne (54,4%) e giovani o giovanissimi. Basti pensare che tra i nuovi nati nel 2014, il 23% circa è di origine straniera (dato che sale al 28% a Bologna città). Complessivamente i minori stranieri sono il 16%.

Per quanto riguarda le provenienze, a condurre la classifica sono senza dubbio i rumeni, quasi il 20% del totale degli stranieri, seguiti dai marocchini al 12%.
A testimoniare come Bologna e provincia siano mete pensate dai migranti per una stabilizzazione e per una scelta di vita, ci sono i dati sulle cittadinanze acquisite, 3mila nel 2014, e l'aumento del 33% dei lungosoggiornanti, pari a 49mila persone.
"Bologna si conferma una meta ambita dai migranti, sia stranieri che interni - sottolinea Valerio Vanelli dell'Istituto Cattaneo - perché il nostro territorio offre condizioni di vita e di lavoro favorevoli".


Ascolta l'intervista a Valerio Vanelli
Tags: Migranti, Bologna

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]