A Bologna tornerà il tram. Ad annunciarlo sono il sindaco Merola e l’assessore alla Mobilità Andrea Colombo. Mentre si abbandona definitivamente il passante nord in favore dell’ampliamento della tangenziale, da Palazzo d’Accursio viene lanciato il ritorno del sistema tramviario, che collegherà la stazione ferroviaria con il Caab, la sede della Regione e altre zone della città.

Non c’è solo lo stop definitivo al progetto del passante nord. Il sindaco Merola e l’assessore Colombo annunciano infatti il ritorno del tram in città “dopo 52 anni che era stato abbandonato”.
Il progetto è qullo di utilizzare lo spazio esistente in corrispondenza del binario, dedicato al movimento merci, che collega via Carracci al Caab.

Nelle parole dell’assessore Colombo, infatti, il progetto sarebbe quello di “portare il tram non solo fino a Caab e a Fico, ma anche alla Regione, in fiera e al nuovo tecnopolo che sta nascendo”, con la possibilità di estendere il percorso fino a ovest dei Prati di Caprara, “dove ci sarà un nuovo parco urbano”.

Ma da Colombo arriva anche l’annuncio che l’1,3 miliardi di finanziamenti ottenuti per il potenziamento della tangenziale verrà in parte speso per “mitigazioni ambientali”, dunque per contenere gli effetti dell’opera sull’ambiente.