Radio Città Fujiko»Blog

Influenza stagionale? Come comportarsi durante la convalescenza


di redazione
flu.jpg

L’influenza stagionale da sempre rappresenta una delle conseguenze più temute dell’arrivo dell’autunno. E quest’anno non ha di certo fatto eccezione. Ecco qualche consiglio utile.

Secondo i dati diffusi all’AGI dal virologo Fabrizio Pregliasco, sono già 80.000 i cittadini a letto, ammalati di influenza. Ma non si è che agli inizi perché, sempre secondo il virologo milanese, il peggio deve ancora arrivare. Questo sostanzialmente significa stare molto attenti alla propria salute. Essendo comunque difficile prevenire al 100% le malattie stagionali, anche la cura del decorso dimostra di essere fondamentale. Questo perché le ricadute possono essere frequenti e anche molto stressanti. Ma se si è caduti vittime dell’influenza stagionale, come ci si deve comportare?

Convalescenza e attività fisica, quando riprenderla?
La prima regola – e la più importante – è il relax. La convalescenza dall’influenza stagionale, infatti, impone di stare a riposo e di rilassarsi al riparo da qualsiasi fonte di stress. Trattandosi di un periodo in cui ci si sente un po' meglio ma si è privi di forze è bene recuperarle stando a riposo. Perciò aspettate qualche giorno prima di riprendere l'attività fisica e quando tornerete a farla iniziate con degli esercizi semplici.

Come dimostrato in moltissimi studi di settore lo sport praticato in maniera regolare aiuta a rafforzare le difese immunitarie, il che previene del 40% la contrazione di mali di stagione, tuttavia bisogna prestare attenzione alla ripresa delle attività sportive dopo una forte influenza. Sì all'aerobica, allo yoga, allo stretching e alla corsa leggera, purché ci si copra adeguatamente (né troppo, né troppo poco).

Convalescenza a casa: dedicate del tempo a voi
Quale momento migliore per dedicarvi alle vostre attività preferite? Considerando che ci stiamo avvicinando alla stagione fredda è quanto mai importante non uscire, specialmente la sera, per evitare qualche improvviso colpo di freddo.

Stare a casa non è necessariamente una condanna, sono moltissimi i modi in cui potete intrattenervi mentre recuperate le vostre energie.
Magari potete approfittarne per sorseggiare una tazza di tisana bollente e godervi un bel film: per di più la programmazione in autunno è particolarmente ricca, per avere un'idea basta vedere quali sono i film in prima serata nelle pay tv e nelle altre principali reti televisive.

Oppure perché no, leggete un buon libro: questa è una lista dei migliori libri usciti nel 2017. L'obiettivo principale è quello di recuperare energie fisiche e mentali: l'errore più comune infatti è trascurare la propria salute e non concedere al corpo il riposo che merita.

Influenza: quali sono i cibi consigliati?
Ora bisogna trattare il capitolo alimentazione, fondamentale nei giorni di forte influenza. Quali sono i piatti migliori in questi casi? I brodini vegetali sono un classico ancora oggi molto valido per combattere l’influenza, per via degli antiossidanti e dei nutrienti. Non sono esclusi i brodi a base di pollo o carne, anch'essi sono molto consigliati perché abbondano di proteine e di minerali.

In genere, qualsiasi piatto a base di verdure, carne o pesce può aiutare a velocizzare la guarigione dall’influenza: la regola, piuttosto, è non appesantire lo stomaco. Questo, infatti, richiederebbe uno sforzo maggiore da parte del corpo. Alcuni piatti perfetti per i malanni stagionali? Il dentice all’acqua pazza, i filetti di salmone, la vellutata di verdure e il miele.


Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]