Radio Città Fujiko»Notizie

Bike Pride, l'orgoglio ciclistico attende 5mila bici

Domenica 10 maggio la sesta edizione della parata delle due ruote.


di Alessandro Canella
Categorie: Ambiente, Movimento
bp.jpg

Gli organizzatori del Bologna Bike Pride sperano in 5mila ciclisti ad affollare la parata che domenica prossima, 10 maggio, partirà dalla Montagnola. I sostenitori della mobilità sulle due ruote hanno ottenuto alcune vittorie, ma la sfida più grande è quella contro i furti di biciclette. E intanto Bologna sfida l'Europa con il Cycling Challenge.

Torna a Bologna la parata dell'orgoglio ciclistico, il Bike Pride. Giunto alla sesta edizione, l'appuntamento è previsto per domenica prossima, 10 maggio, e graviterà attorno alla Montagnola. Lì, alle 14.00, si troveranno tutti coloro che hanno scelto la bicicletta come mezzo di spostamento urbano e da lì, un'ora dopo, partirà la parata di biciclette che attraverserà il centro e la periferia della città, per tornare alla Montagnola.
Ad aprire il corteo saranno i più piccoli, dal momento che il Bike Pride coincide con Bimbimbici, l'iniziativa organizzata dalla Fiab in oltre 200 città italiane.

Tante le realtà che prendono parte all'evento, tanti i momenti di intrattenimento e socialità, tante le iniziative che hanno preceduto e seguiranno il Bike Pride. Come, ad esempio, l'European Cycling Challenge, un gioco-sfida, promosso proprio da Bologna, che coinvolge 38 città europee, i cui ciclisti dovranno fare a gara a chi percorre più kilometri sulle due ruote. Ciò è possibile scaricando una app sul proprio smartphone e attivandola durante i tragitti sulle due ruote. "Oltre che un gioco - spiega ai nostri microfoni Simona Larghetti di Salvaiciclisti - l'iniziativa serve per capire quali sono i tragitti più percorsi, dove i ciclisti si fermano e tutta una serie di altre informazioni utili a migliorare la mobilità ciclistica".

Il Bike Pride bolognese ha visto una costante crescita della partecipazione di edizione in edizione. Dalla prima, tenutasi nel 2010, cui hanno preso parte 300 persone, fino a quella dell'anno scorso, che ha raggiunto quota 3mila. "Quest'anno ci aspettiamo 5mila persone, tempo permettendo", auspicano gli organizzatori.
Durante la manifestazione sarà possibile anche noleggiare una bicicletta, prenotandola prima sul sito dell'iniziativa, e marchiare le proprie due ruote per renderle riconoscibili in caso di furto.

E proprio quello dei furti rimane il problema più grosso da affrontare. Allargandosi la platea di chi utilizza la bicicletta, si allarga anche il mercato nero.
Su questo tema, dunque, si condurrà la battaglia più dura, mentre altre condotte in passato hanno portato significativi risultati, come il ripristino dell'abbonamento per il trasporto delle biciclette sui treni, l'estensione delle zone a 30 km/h o la Carta di Bologna, il documento stilato durante gli Stati Generali della Mobilità Nuova, che si sono svolti poche settimane fa, proprio nella nostra città.


Ascolta l'intervista a Isabella Cioccolini e Simona Larghetti.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]