Radio Città Fujiko»Notizie

Autogestioni, presidio dei collettivi per reclamare il diritto d'Assemblea

Dopo la negazione della Sala Biagi per l'assemblea di mercoledì il comitato ESA torna a reclamare lo spazio.


di redazione
Categorie: Movimento
DSC_0168.JPG

Si sono riunite oggi nel cortile di Palazzo d'Accursio le associazioni che hanno costituito il Comitato per la promozione e la tutela degli spazi autogestiti (ESA) per denunciare la negazione della sala Biagi al Baraccano, sede della rappresentanza del Quartiere. Ma il Comitato non si arrende e rilancia: "Noi non ci fermiamo, abbiamo prenotato nuovamente la sala".

Rimangono agitate le acque all'interno del Quartiere Santo Stefano che, negli ultimi giorni, è stato il teatro di un confronto ancora serrato tra i Collettivi e le autorità. A scaldare gli animi è stata la comunicazione della revoca della sala Biagi nella sede del quartiere Santo Stefano al Baraccano, sala prenotata da tempo per l'incontro "Autogestione Bene Comune" organizzato dai collettivi che hanno costituito il Comitato per la promozione e la tutela degli spazi autogestiti (ESA).  

Nella motivazione della revoca da parte del Servizio Cultura Santo Stefano si legge: "all'atto della prenotazione sono stati inseriti dati insufficienti. Le integrazioni richieste sono pervenute non in tempo utile per confermare la sala, che risulta utilizzata dal Servizio Educativo Scolastico del Quartiere per una conferenza sulle dipendenze".
 
Questa mattina è arrivata la replica dei collettivi del Comitato ESA: "la comunicazione ci è
arrivata mercoledì mattina in tarda mattinata quando noi avevamo prenotato la sala seguendo
la procedura on-line, inoltre il convegno segnalato nella comunicazione non sarebbe stato concomitante con la nostra assemblea, fissata per le 21, in quanto si sarebbe concluso un'ora e mezza prima". Secondo il Comitato dietro questa comunicazione ci sarebbe un atto politico da parte dei rappresentanti del Quartiere e del Presidente Ilaria Giorgetti, che concesse nel 2012 la stessa sala a Forza Nuova per un'assemblea.  
 
All'interno del Comitato ci sono differenti realtà che provengono sia da collettivi esistenti, come Atlantide e H.U.B. 57, sia individualità che hanno deciso di unirsi per garantire l'esistenza degli spazi di autogestione e per rimarcare la loro differenza dai canonici metodi di associazionismo. "Rifiutando lo strumento della delega, l'assemblea diventa l'unico momento decisionale", spiega il Comitato che ha presentanto una nuova richiesta di prenotazione della sala Biagi per il 6 e l'11 di giugno.
 
Michela Sartini


Ascolta l'intervista a Venere di Atlantide

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]