Radio Città Fujiko»Notizie

Atlante dell'Infanzia, i bambini e la crisi

V edizione dell'Atlante dell'Infanzia di Save the Children. Il quadro per l'Italia non è lusinghiero.


di Francesco Ditaranto
Categorie: Società
Infanzia-Rapporto-SAve.jpg

Presentato il nuovo Atlante dell'Infanzia curato da Save the Children. I bambini italiani vivono in ambienti insalubri, non hanno spazi dedicati al gioco collettivo e soffrono fortemente la crisi. L'emergenza abitativa, come immaginabile, pesa come un magigno sulla crescita dei minori.

E' un infanzia in sofferenza quella dipinta dall'ultima edizione dell'Atlante dell'Infanzia curato da Giulio Cederna per Save the Children. I bambini italiani (comprendendo con questo aggettivo tutti i minori che abitano sul territorio italiano) vivono, nel 25% dei casi, in luoghi insalubri e in condizioni di sovraffollamento. Se questa tendenza era già emersa, quale peculiarità cronica del nostro paese, non ci si può nascondere che la crisi iniziata nel 2008, ha decisamente esasperato il problema in maniera parossistica.

In questo contesto l'emergenza abitativa, con l'insopportabile oltraggio degli sfratti per morosità, è diventata lo specchio di un paese distrutto che vede nei bambini le vittime predestinate. I minori si ritrovano a vivere condizioni di disagio che turbano profondamente la loro crescita.

Anche chi una casa ce l'ha, racconta l'Atlante, si vede negati gli spazi dedicati al gioco, in ambienti urbani nei quali le amministrazioni locali hanno dimenticato il ruolo fondamentale dei luighi per l'infanzia. Succede così che si perda, con sfumature differenti da nord a sud, il concetto di piazza (declinato in cortile o strada), che da sempre ha svolto una funzione fondamentale nella formazione personale dei bambini, sempre più soli e incapaci di relazionarsi.


Ascolta l'intervista a Giulio Cederna
Tags: Crisi, Infanzia

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]