Radio Città Fujiko»Notizie

Anche Merola firma l'appello per il congresso Pd

L'iniziativa dell'ex senatore Pd Salvatore Vassallo ha già raccolto 4mila firme.


di Alessandro Canella
Categorie: Politica, Giustizia
franco-marini2.jpg

Il sindaco di Bologna quest'oggi ha firmato l'appello dell'ex senatore Pd Salvatore Vassallo e della deputata Sandra Zampa per chiedere subito il congresso del partito e che non vengano toccate le regole.

In casa Pd continua la battaglia per il congresso che deve riconsegnare al partito un segretario. Nei giorni scorsi, proprio da Bologna, è partito un appello rivolto a Guglielmo Epifani per chiedere che il congresso sia convocato al più presto e che le regole sulla partecipazione non vengano toccate.
A promuoverlo sono stati l'ex senatore Salvatore Vassallo, di area renziana, e la deputata prodiana Sandra Zampa, ma quest'oggi è arrivata la firma del primo cittadino di Bologna Virginio Merola. In pochi giorni l'appello ha già raggiunto le 4mila adesioni.
"Non è pensabile - afferma ai nostri microfoni Vassallo - che in una fase politica così difficile il partito non abbia una guida solida e certa. Ed è ancora più inaccettabile che la classe dirigente che ha terminato il suo mandato ora cambi le regole del gioco per attenuare il giudizio sul proprio operato".

In particolare l'ex senatore avanza rivendicazioni sulla tempistica e sulle regole. In primis sulla possibilità di svolgere primarie aperte non solo agli iscritti, ma a tutti gli elettori democratici.
In ballo, però, c'è anche la questione della candidatura a premier del segretario eletto. "È chiaro che non si potrebbe costringere un segretario a candidarsi a premier se non se la sentisse, ma nemmeno vietare che ciò avvenga". Il riferimento è ovviamente a Matteo Renzi, che sarebbe il più penalizzato dalle nuove regole proposte.

L'assenza di leadership ha delle ripercussioni anche immediate. Nel pomeriggio infatti è attesa la sentenza Mediaset che potrebbe vedere condannato Silvio Berlusconi.
"È impensabile che la direzione dell'altro giorno possa scegliere una linea chiara per affrontare la situazione", osserva Vassallo.
E alla domanda se lui governerebbe con una persona condannata per truffa, l'ex senatore risponde in punta di piedi: "Io non ho alcun ruolo all'interno del Pd e non parlo per altri, ma da semplice elettore del partito confesso che avrei qualche imbarazzo".


Le parole di Salvatore Vassallo sul congresso Pd

Le parole di Vassallo sull'eventuale condanna di Silvio Berlusconi

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]