Il 29 maggio Anna e Silvia, due detenute anarchiche trasferite a inizio aprile nella sezione AS2 femminile de l’Aquila, hanno proclamato lo sciopero della fame per chiedere la chiusura della sezione di cui denunciano “le condizioni detentive frutto di un regolamento in odore di 41bis ammorbidito”. Insieme a una delle solidali che sta organizzando il presidio di lunedì prossimo a Bologna, a cui ha aderito anche l’associazione Bianca Guidetti Serra, abbiamo parlato del presidio e dell’appello di Anna e Silvia

ASCOLTA LE PAROLE DI ELENA:

Per saperne di più vedi anche:

Iniziative solidali con le compagne in sciopero della fame 

Dichiarazione di Silvia e Anna sull’inzio dello sciopero della fame 

Il carcere duro e lo sciopero di Anna e Silvia 

Aggiornamento 7 giugno: “Oggi a ora di pranzo un gruppo di compagne e compagni ha interrotto il silenzio della biblioteca Sala Borsa di Bologna, dove era esposta una mostra dal titolo “Ri#belle” sul tema donne e carcere. L’iniziativa è stata fatta in solidarietà con Anna, Silvia, Stecco, Giovanni, Alfredo, Ghespe, Marco e Leo in sciopero della fame. È stata letta la dichiarazione di inizio sciopero di Anna e Silvia, esposto uno striscione e lanciati volantini, per dare voce alla loro richiesta di trasferimento e di chiusura dell’AS2 de L’Aquila. La digos è presto intervenuta x cercare di strappare lo striscione e identificare alcune compagne, regalando spintoni, ma senza arrivare al proprio obiettivo.
A fianco delle compagne e dei compagni in carcere in sciopero della fame! Chiudere l’AS2 de L’Aquila!”