Radio Città Fujiko»Notizie

Amministrative, parte il confronto Sel-Pd

Un tavolo chiesto dei vendoliani in vista del voto del 2014.


di Alessandro Canella
Categorie: Politica
EgleBeltrami.jpg

Partirà la prossima settimana il tavolo di confronto provinciale con il Partito Democratico chiesto da Sel in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera. In discussione le eventuali alleanze e temi a livello sovra comunale. Beltrami: "Primarie anche dopo il primo mandato dei sindaci".

Nella primavera di quest'anno molti Comuni della provincia di Bologna andranno al voto per rinnovare sindaci e consigli comunali e, per discutere programmi ed alleanze, Sel ha chiesto al Pd di aprire un tavolo di confronto a livello provinciale. L'obiettivo è definire obiettivi programmatici comuni, in modo da non spezzettare la discussione nei singoli territori. "Possiamo discutere di trasporto pubblico metropolitano agendo in un modo a Bologna e in un altro a Vergato? - si legge in un comunicato dei vendoliani - Possiamo parlare di servizi sanitari senza tenere conto che molti Comuni li stanno unificando?".

Il tavolo, però, non vuole togliere autonomia decisionale ai singoli territori. "Saranno i territori a decidere come presentarsi alle elezioni e la discriminante saranno le proposte programmatiche", precisa Franco Ferretti, coordinatore regionale di Sel. Gli fa eco la coordinatrice provinciale, Egle Beltrami che, dopo la stagione delle larghe intese, non dà nulla per scontato: "La coalizione con il Partito Democratico non deve essere data per scontata. L'eventuale alleanza si deve basare esclusivamente sulla condivisione di una serie di punti programmatici che vanno declinati in ottica metropolitana, come ci impone il quadro di riordino istituzionale che è già in atto e che prevede la nascita della città metropolitana e le unioni dei Comuni".

Viste le frizioni registrate negli anni con i Democratici, in particolare sui temi connessi alla laicità, Sel mette le mani avanti e precisa l'intento di unire, non di dividere. Ribadita, inoltre, la necessità delle primarie, senza veti o chiusure ed eventualmente anche per i sindaci che hanno terminato solo il primo mandato. "Perché no? - si chiede Beltrami - Se in alcune realtà si sono manifestate alcune criticità o comunque come strumento di partecipazione dei cittadini, pensiamo che le primarie possano essere svolte anche in presenza di sindaci uscenti dal primo mandato".

Il Pd, dal canto suo, ha accolto la richiesta dei vendoliani. La settimana prossima ci sarà la prima riunione tra gli esponenti di Sel e il segretario provinciale dei Democratici Raffaele Donini.


Ascolta l'intervista ad Egle Beltrami
Tags: Politica, Elezioni, Pd, Sel

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]